Trieste Science + Fiction 2019: dentro e fuori lo schermo

Saranno le ipnotiche e coloratissime piante della felicità del ‘Little Joe’ di Jessica Hausner ad inaugurare martedì 29 ottobre al Rossetti h.20 la 19ª edizione del Trieste Science+Fiction Festival!

Il film sarà presentato in anteprima italiana grazie a Movies Inspired, dopo la presentazione in concorso all’ultimo Festival di Cannes, dove la sua protagonista, Emily Beecham, è stata premiata come Miglior Attrice.

‘LITTLE JOE’, Austria 2019, di Jessica Hausner

Il festival, organizzato da La Cappella Underground, porta nel capoluogo giuliano le migliori produzioni di genere fantastico, con oltre 30 anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali e tre concorsi alla presenza di registi, attori e autori da tutto il mondo.
Oltre ai film in programma fino a domenica 3 novembre anche workshop, concerti e dj-set divisi che porteranno lo spettatore in un vero e proprio viaggio dentro e fuori lo schermo…

Tra i film da non perdere ‘Blood Machines’ ispirato ai film e alla musica degli anni ‘80, musicato da Carpenter Brut, è il sequel del video musicale ‘Turbo Killer’.

‘Rabid-Sete di Sangue’ è il reboot del body horror realizzato da David Cronenberg nel 1977 affidato alla sorelle gemelle Jen e Sylvia Soska, le specialiste dell’horror che hanno diretto film violenti e viscerali come ‘Dead Hooker in a Trunk’ del 2009, ‘American Mary’ del 2012 e ‘Il collezionista di occhi 2’ del 2014.

‘The Curse of Valburga’ black comedy horror dove due fratelli organizzano una truffa ai danni dei ricchi turisti: una visita guidata al palazzo di Valburga, con tanto di leggenda inventata per attirare i creduloni. Satanisti svedesi -inclusa la star del black metal svedese Niklas Kvarforth-, dark francesi, un produttore russo di porno con le sue attrici e due ubriaconi tedeschi scopriranno che non è solo un gioco…

Premio Asteroide 2019 al mago degli effetti speciali Phil Tippett, vincitore di due Premi Oscar e celebre per il suo contributo visivo a ‘Il Ritorno Dello Jedi’ e ‘Jurassic Park’. Domenica 3 novembre alle 17.00 al Rossetti il cineasta sarà presente all’anteprima italiana del documentario ‘Phil Tippett: Mad Dreams and Monsters’ di Gilles Penso e Alexandre Poncet, che racconta il lavoro che sta dietro lo straordinario curriculum hollywoodiano di Tippett.

Presente alla manifestazione anche Aldo Lado, regista di culto degli anni ‘70 di film come ‘Chi L’Ha Vista Morire?’, ‘La Corta Notte Delle Bambole Di Vetro’ e ‘L’Ultimo Treno Della Notte’. Il cineasta sarà presente alla manifestazione per celebrare i 40 anni del suo film sci-fi ‘L’Umanoide’ (1979) firmato con lo pseudonimo di George B. Lewis, che verrà proiettato al festival sabato 2 novembre alle ore 20.00 al teatro Miela in una rara copia d’epoca 35mm proveniente dalla Cineteca di Bologna: un cult della fantascienza nostrana interpretato da Corinne Cléry, Barbara Bach e dal triestino Ivan Rassimov nel ruolo di Lord Graal, con gli effetti speciali di Antonio Margheriti e le musiche di Ennio Morricone.

In arrivo anche il celebre documentarista Alexandre O. Philippe, che mercoledì 30 ottobre alle 17.00 al Rossetti presenterà in anteprima italiana ‘Memory: The Origins of Alien‘, in cui racconta le inquietanti origini del celebre film di Ridley Scott, che quest’anno festeggia i primi 40 anni dall’uscita nelle sale. Grazie a materiali inediti appartenuti allo sceneggiatore Dan O’Bannon e al designer H.R. Giger, il documentario svela le ispirazioni alla base di “Alien”, dalla mitologia greca ed egizia ai fumetti underground, dalla letteratura di H.P. Lovecraft all’arte di Francis Bacon, fino alle allucinazioni oscure di O’Bannon e Giger.

‘MEMORY. THE ORIGINS OF ALIENS” USA, 2019, 95’ DI ALEXANDRE O. PHILIPPE

Giornata intensa quella di mercoledì 30 ottobre che alle ore 20.30 la Chiesa Evangelica Luterana (Largo Panfili 1) ospiterà la sonorizzazione live in collaborazione con YEAH a cura di Luca Maria Baldini de ‘L’uomo meccanico’ di André Deed, un film del 1921 in cui ‘c’è uno schermo che preannuncia la televisione (all’epoca appena un vago esperimento), ma soprattutto c’è un robot, gigantesco, comandato a distanza attraverso un tele-visore. Questo uomo meccanico, con le sue sembianze ‘a stufa’, non ha precedenti’ (Michele Canosa).

Ma non solo…Sono passati dieci anni da quando MOON di Duncan Jones chiudeva la nona edizione del Trieste Science+Fiction Festival.
Nel cinquantesimo anniversario dell’allunaggio, il TS+FF ne ripropone una visione assolutamente unica, sonorizzata live da Luca Maria Baldini in programma venerdì 1 novembre al teatro Miela.

La sonorizzazione di ‘Moon’ non è solo cinema e non è solo concerto, ma una vera e propria performance visiva e sonora.

E poi di corsa al Rossetti dove alle 22 di scena la premiere di ‘Terminator: Destino Oscuro’ che riunisce per la prima volta dopo 28 anni il Premio Oscar James Cameron con le star della serie originale Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton in un’elettrizzante nuova avventura che riprende da dove ci aveva lasciati ‘Terminator 2-Il giorno del giudizio’.

‘TERMINATOR: DARK FATE’, USA, 2019, 128’ DI TIM MILLER

Da non perdere sabato 2 novembre al teatro Miela ‘Boia, Maschere e Segreti: l’Horror italiano degli anni 60’ di Steve della Casa racconta un altro genere che ha reso grande il cinema italiano degli anni Sessanta e Settanta, l’horror dei Mario Bava, dei Riccardo Freda, dei Camillo Mastrocinque, sapienti artigiani diventati ben presto nomi tutelari per tutta una generazione di cineasti internazionali e i grandi del New Horror americano.

‘BOIA, MASCHERE E SEGRETI: L’HORROR ITALIANO DEGLI ANNI SESSANTA’, ITALY, 2019, 75’ DI STEVE DELLA CASA

La plancia di controllo dell’astronave della Notte degli Ultracorpi è affidata al capitano italo-brasiliano Stephan Barnem già al servizio di SCI+TEC, Bedrock, Ellum, M-nus e Beachcoma. Ad accompagnarlo nel viaggio notturno sabato 2 novembre al Dhome l’anteprima del progetto Ra.Ro. e la techno melodica di Cristian Patti!

A chiudere il Trieste Science+Fiction Festival domenica 3 novembre al Rossetti sarà ‘Zombieland – Doppio Colpo’, sequel del cult movie ‘Benvenuti a Zombieland’, che vede riuniti dieci anni dopo il primo film Woody Harrelson, Jesse Eisenberg, Abigail Breslin e Emma Stone, diretti ancora una volta da Ruben Fleischer (‘Venom’).

‘ZOMBIELAND – Double Trap’, USA, 2019, 99’ DI RUBEN FLEISCHER

Tra violenza, distruzione e situazioni comiche, che si diffondono dalla Casa Bianca al resto del Paese, i quattro protagonisti dovranno affrontare nuove forme di zombie, evolute rispetto al primo film, e incontreranno altri umani sopravvissuti. I quattro dovranno inoltre fronteggiare le crescenti difficoltà della loro irriverente quanto improvvisata famiglia.

Pietrasonica Fest 2-3 agosto @Parco della Colonia, Osoppo (Udine)

Torna il Pietra Sonica Fest, la 2 giorni di psych stoner rock in programma il primo weekend di agosto al Parco della Colonia di Osoppo con una line-up  imperdibile!

Evento Facebook: 

https://www.facebook.com/events/463195047842533/

www.pietrasonica.com

Venerdì 2 Agosto dalle ore 21.00:

Aldi dallo Spazio psychedelic prog rock (Ravenna)
AyahuascA psychedelic garage rock (Parma)
Atomic Vulture instrumental space stoner rock (Belgium)
The Spacelords psychedelic space rock (Germany)

Sabato 3 Agosto dalle ore 15.00 esposizione Vinile-CD-VHS.

Dalle ore 18.00:
Concrete Jellÿ hard prog stoner rock (Trieste)
Tilda’s Wave instrumental psychedelic rock (Udine)
ZOLLE lard rock (Lodi)
OBESE psychedelic sludge blues (Netherlands)
Witchwood psychedelic prog rock (Ravenna)
Rotor prog stoner gods (Germany)

Hybrida Space Light Show!
Free camping, in mezzo al verde, adiacente all’area concerti.
Bar e cucina (anche vegan) a prezzi super-popolari.
Fiumi e laghi balneabili a pochi minuti in auto.
Area bimbi.

NO BONGHI (e rumori molesti), NO CANI (il volume dei concerti gli fa male!), NO PROBLEMI!

Witchwood

East Edge Fest: il 4 agosto a Nova Gorica con The Obsessed e Windhand

Dopo aver portato a Nord Est Godflesh, Church Of Misery, Messa e SYK, East Edge Collective alza il tiro: domenica 4 agosto, al Mostovna di Salcano (Nova Gorica, al confine con l’Italia, sulle rive dell’Isonzo) si svolgerà l’East Edge Festival. Headliner della serata, dopo la defezione degli Obsessed, saranno i Windhand, pionieri del doom americano guidati dalla sciamanica della cantante Dorthia Cottrell.

Prima di loro, tre certezze: gli Ufomammut, che festeggiano il ventennale, i Grime, già a fianco dei Windhand in un tour europeo quasi sempre sold out, e per la seconda volta i Messa, ormai protagonisti a livello internazionale dopo la partecipazione al Roadburn. Senza dimenticare gli Hobos, in questo contesto dei veri e propri outsider: costringeranno tutti gli altri a dare il meglio per non sfigurare di fronte alla loro performance, che sarà come sempre incendiaria.

The Obsessed (doom metal, USA – Relapse Records)
Windhand (doom metal/psych/grunge, USA – Relapse Records)
Ufomammut (heavy psych/doom, IT – Neurot Recordings)
Grime (sludge/metal, IT – Argento Records)
Messa (doom, IT – Aural Music/code666)
Hobos (death’n’roll, IT – Spikerot)

East Edge Fest: Obsessed Windhand Ufomammut Grime Messa Hobos

Doors h.17
HOBOS h.18:30 > 19
20′ change
MESSA h.19:20 > 20
20′ change
GRIME h.20:20 > 21
25′ change
UFOMAMMUT 21:25 > 22:40
25′ change
WINDHAND 23:05 > …

Ticket: 26.00 €

Link: https://www.on-parole.com/shop/view/east-edge-festival-nova-gorica-04-08-2019-ticket?fbclid=IwAR1qOjREjGvmZhrT4H8ZV30ZrQGD9mGkQOpKn4X4b40BBePhVA6zz0BpHL8

The Obsessed (doom metal, USA – Relapse Records)
Windhand (doom metal/psych/grunge, USA – Relapse Records)
Ufomammut (heavy psych/doom, IT – Neurot Recordings)
Grime (sludge/metal, IT – Argento Records)
Messa (doom, IT – Aural Music/code666)
Hobos (death’n’roll, IT – Spikerot)

Berlino, inaugurata la nuova Casa della Musica negli spazi del mitico R.A.W.

Ha aperto i battenti la nuova House of Music nell’area del R.A.W., il centro culturale simbolo della Berlino alternativa e già sede di club storici come Astra, Cassiopeia, Badehaus etc.

Sito ufficiale:
House of Music Berlin
https://houseofmusic.berlin/

Ricavata negli spazi di un’ex torneria, la House of Music vuole essere il punto d’incontro delle energie che gravitano intorno alla scena creativa della capitale. Ospita più di 20 sale prova e studi di registrazione, una sala per concerti ‘intimi’ (200 persone), la Jam School, i corsi della BIMM (scuola internazionale dove crescono i futuri maghi della music industry, ndr), un’agenzia per eventi, un centro noleggio di van e, naturalmente, spazi per la ristorazione.

Insieme all’offerta formativa ‘tradizionale’ -chitarra, basso, batteria, canto, songwriting-, sarà attivo anche Music Pool Berlin, centro di consulenza e formazione per musicisti freelance specializzato nella ricerca di produttori.  La nuova struttura ospiterà anche la Noisy Academy di musica elettronica e numerosi corsi di formazione professionale tra cui produzione, management e music business.

Sale espositive per mostre, workshop, conferenze, ed in futuro anche una scuola di fotografia. Il progetto della House of Music rispetta gli standard di impatto ambientale con impianto fotovoltaico e serbatoio per l’acqua piovana, mentre l’insonorizzazione è a cura della Wilson WAX, che ha già curato l’acustica della Deutsche Oper di Berlino. C’è anche la possibilità di prendere degli spazi in affitto, tra gli inquilini c’è MOD Devices, uno dei marchi più conosciuti di strumenti e attrezzature della capitale.

Sleep, Cojones @Kino Šiška, Ljubljana, 18.4.2019

Sold out al Kino Šiška di Ljubljana per gli Sleep, impegnati in un minitour europeo di sei date che si è concluso trionfalmente lo scorso giovedì 18 aprile proprio nella capitale slovena. Tanti i fans dalla Croazia- complice anche la scelta della band d’apertura Cojones, stoner rock di Zagabria- e tanti arrivati anche dall’Austria, dalla Serbia…da notare anche la massiccia presenza triestina, evidentemente in vena di gita fuori porta🌷

Cojones @Kino Šiška, Ljubljana, 18.4.2019, ph. by Sarah Gherbitz

La platea del Kino è sicuramente la prova del fuoco per molte band e i Cojones l’hanno superata a pieni voti. Nel loro sound gli echi di Kyuss, Black Sabbath e Melvins confluiscono in un vero e proprio vero trip sonoro attraverso le dune del deserto californiano, lo stesso da cui sono partiti gli Sleep nell’ormai lontano 1990… considerato che arrivano dalla parte opposta del globo, alza i punti di merito!

Cojones @Kino Šiška, Ljubljana, 18.4.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Irsuti e cattivi come grizzly, gli Sleep hanno dominato la scena dalla prima all’ultima nota senza tradire le aspettative, pescando sia da ‘The Sciences’ (2018) che dai brani più datati di ‘Holy Mountain’ (1992), album considerato ancor oggi la pietra miliare dello stoner rock.

Sleep @Kino Šiška, Ljubljana, 18.4.2019, ph by Sarah Gherbitz

Nonostante i suoi gravi problemi di diabete, Matt Pike resiste impavido, affiancato dai sodali Al Cisneros (voce e basso) e Jason Roeder alla batteria. Fresco vincitore del Grammy con gli High Fire, sul palco del Kino si è presentato con arroganza a petto nudo e maniglie dell’amore in bella vista…in perfetto Lemmy’ style!

Matt Pike, Sleep @Kino Šiška, Ljubljana, 18.4.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Nonostante qualche piccolo disturbo nella resa acustica -la voce troppo bassa, così come il volume della chitarra-, la band è ancora capace di ipnotizzare tutto il pubblico a suon di riff psichedelici e lisergiche vibrazioni. A tutti quelli che sempre mi chiedono qual è il senso di andare ad un concerto dei Guns N’ Roses a 32 anni di distanza da ‘Appetite’, provo a chiedere: ma voi vi siete divertiti quella sera a Lubiana per gli Sleep? A me sembra proprio di sì…

Sólstafir With Strings @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019

Freezine per la prima volta in mission al Kino Šiška di Ljubljana, il Tempio Sacro della musica conosciuto e frequentato anche da tanti triestini! Tutto per assistere all’apparizione degli islandesi Sólstafir, protagonisti di un esclusivo live show che li ha visti esibirsi con una line up di ben nove elementi rafforzata da una speciale sezione d’archi!

Il Kino si trova nel popoloso quartiere di Šiška, a circa una ventina di minuti a piedi dal centro storico a cui è collegato da uno dei viali principali della città. Ex sala cinematografica, dal 2008 ospita un fitto cartellone di concerti, festival e art performances tra la Katedrala, la sala più piccola ‘Komuna’ e gli spazi del suo café al pianterreno. Proseguendo poco più avanti c’è l’incantevole Tivoli Park, il ‘polmone’ verde della capitale slovena, e proprio di fronte la Union, storico birrificio dove ci fermiamo per una cenetta pre-gig innaffiata di birra!

@Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz
@Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Sistemata la macchina, raggiungiamo velocemente a piedi la nostra destinazione, dove i Sólstafir attaccano puntuali poco dopo le venti sulle note dell’intro ‘Náttfari’, mentre sullo sfondo scorrono le immagini di spezzoni di vecchi film che contribuiscono a rendere l’atmosfera della Katedrala ancora più suggestiva.

Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Due le ore di concerto- con intervallo tra primo e secondo set- che ha visto pescare brani sia da ‘Otta’ (2014) che da ‘Berdreyminn’ (2017), gli ultimi due album di una band alla continua ricerca di nuove sonorità. Fino a diventare ormai un nome di culto del panorama post metal ma non solo, come dimostrato dal numeroso pubblico presente per l’occasione.

Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Nonostante le sue dimensioni (può contenere fino a 932 persone in piedi, ndr), il Kino è riuscito a mantenere perfettamente intatto lo spirito ‘intimo’ dello spettacolo, caratterizzato da sofisticati giochi di luce, lunghi passaggi strumentali e frequenti scambi di contatto fisico tra la band e il pubblico.

Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Altissimo, magro e sofferente anche nelle movenze, Aðalbjörn Tryggvason è la voce e chitarra fin dagli esordi black metal nell’ormai lontano 1995. Ad accompagnarlo sono Sæþór Maríus Sæþórsson detto ‘El Gringo’ alla chitarra, il batterista Hallgrímur Jón ‘Grimsi’ Hallgrímsson, l’acquisto più recente della band, Ragnar Ólafsson degli Árstíðir alle tastiere, più il quartetto d’archi tutto femminile, tra cui l’affascinante Dalai Cellai (AntiqVa) al cello elettrico.
Un cenno a parte merita Svabbi, il biondo bassista che i suoi compagni presentano come ‘the sexiest man in Iceland’…non c’è dubbio, è lui l’anima rock n’ roll del gruppo!

Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz
Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Dopo la pausa, la serata decolla con il secondo set decisamente più coinvolgente, dove trovano spazio anche due brani più datati tratti da ‘Köld’ (2009) e ‘Svartir Sandar’ (2011). 
Il momento clou arriva con il discorso del frontman che chiede al pubblico di prestare attenzione agli amici e conoscenti che stanno lottando contro la depressione.  E’ il preludio a ‘Necrologue’, struggente ballad à la Kurt Cobain scritta dalla band per l’amica Kristinn Sólberg Jónsson, che si è suicidata nel 2005.

Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Sarah Gherbitz

Nel gran finale con ‘Fjara’ e ‘Goddess of the Age’, i Sólstafir si scatenano sul palco in una vera e propria danza liberatoria, con cui sembrano accantonare il loro tragico pathos per ritrovare finalmente un po’ di leggerezza. La conferma arriva durante il rito degli autografi e delle foto, durante i quali appaiono super disponibili e sorridenti…Che sotto sotto siano davvero, come ha scritto qualcuno di loro, la ‘versione heavy metal dei Village People’?

Con ‘Svabbi’ dei Sólstafir @Kino Šiška, Ljubljana, 21.3.2019, ph. by Riccardo de Piccoli

Sleep, in concerto giovedì 18 aprile al Kino Šiška

C’è grande attesa per gli Sleep, titani del sound del deserto californiano in arrivo ad aprile in Europa. Un minitour di solo sei date, inclusa la doppietta al Roadburn Festival di Tilburg, che si concluderà giovedì 18 aprile al Kino Šiška di Ljubljana.

La band porterà live ‘Sciences’ (Third Man Records, 2018), acclamato album della reunion che vede di nuovo insieme Matt Pike e Al Cisneros, entrambi membri fondatori, con Jason Roeder dei Neurosis alla batteria.

Evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/2218469951746274/

Prevendita: 24 €
Alla porta: 27 €
in quantità limitata: 19,2 €
https://www.mojekarte.si/si/sleep/vstopnice-1114839.html

Sólstafir: concerto speciale al Kino Šiška

Sólstafir hanno annunciato una serie di date a marzo, tra cui giovedì 21 marzo al Kino Šiška di Ljubljana.

Formati nel 1995 a Reykjavík, capitale dell’isola dei ghiacci, il quartetto si è da sempre distinto per le melodie ricercate di matrice metal alternati a momenti psichedelici e richiami ai grandi classici dell’hard rock mondiale.

Il ‘The Midnight Sun: A Light In The Storm’ tour segna la fine del ciclo volto a supportare l’ultimo lavoro in studio, ‘Berdreyminn’ (Season Of Mist, 2017).

Per quest’occasione, la band islandese salirà sul palco con una line-up di nove elementi. Inoltre, come con la fine del ciclo riguardante ‘Otta’, dove dal vivo suonarono l’intero album, una sezione di archi sarà presente dal vivo per portare ulteriore linfa ai brani.

Ingresso: € 20 prevendita, € 22 alla cassa
in quantità limitata: 16 €
Prevendite >https://kinosiska.mojekarte.si/en/all.html

Evento FB:SÓLSTAFIR @ Kino Šiška

Kino Šiška Centre for Urban Culture
Trg prekomorskih brigad 3, 1000 Ljubljana
INFORMATION
01 500 30 00 info@kinosiska.si

I texani Crypt Trip in arrivo al Backyardie giovedì 28 marzo!

San Marcos a una manciata di miglia da Austin, Texas, Profondo Sud…è qui che il chitarrista/cantante Ryan Lee ed il bassista Sam Bryant incontrano il batterista Cameron Martin, ed insieme danno vita all’inconfondibile sound dei Crypt Trip!

Gli hard rockers texani arriveranno al Backyardie di Pradamano giovedì 28 marzo per presentare il loro terzo album ‘Haze County’ in uscita l’8 marzo via Heavy Psych Sounds Records!

In apertura ci saranno i Grave (pronuncia all’italiana, non come ‘tomba’), nati sulle sponde del Tagliamento e abbeverati alla sacra fonte di Black Sabbath, Kyuss e Colour Haze. La band, che sta lavorando a del nuovo materiale, suonerà l’ultimo album ‘A Trip To Mustafar’, vero e proprio viaggio verso Mustafar, pianeta immaginario nato dalla fantasia di George Lucas.

Associazione Culturale Pietrasonica presenta: 

CRYPT TRIP at Backyardie, opening GRAVE

Evento FB: Crypt Tip @Backyardie, Pradamano (UD)

Blog|Rock|Metal|Festival|