The Loving Mary: ecco chi è la band in tour con Steven Tyler

Innamorato di Nashville e del country da un paio d’anni, Steven Tyler ha scelto la Loving Mary Band  come compagna per questa sua nuova avventura, invitando il gruppo prima a collaborare al suo primo album solista e poi, ovviamente, nelle sue live performances.

Ma chi è esattamente la band che sarà in tour con lui quest’estate?

La band nasce in origine come duo formato dalla cantante canadese Suzie McNeil e da Marty Frederiksen -produttore e autore per Carrie Underwood, Buckcherry, Daughtry, Ozzy Osbourne, Mötley Crüe, Aerosmith.

Non passa molto tempo e la line up si allarga con l’arrivo di Rebecca Lynn Howard e di suo marito Elisha Hoffman, autore e produttore con Billy Gibbons (ZZ Top), Faith Hill, Dixie Chicks e Shania Twain.

Nel 2014 la band raggiunge la sua attuale formazione che include Andrew McTaggart alla chitarra e Sarah Tomek alla batteria. Già batterista con Maggie Rose, Bon Jovi, Them Vibes e Bebe Buell Band, la Tomek è stata definita un incrocio ‘tra la potenza di John Bonham dei Led Zeppelin e la precisione di Keith Carlock’.

Con la Loving Mary Band Steven Tyler sarà in Italia per tre date a luglio:

18 luglio – Live in Trieste (Piazza Unità)

24 luglio – Barolo, Collisioni Festival (Arena Concerti )

27 luglio Roma Summer Fest (Auditorium Parco della Musica – Cavea)

I biglietti per le date sono disponibili per l’acquisto su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

Animal Drive, Dino Jelusic: ‘Già al lavoro sul secondo album’

Ormai lanciatissimi nel firmamento delle superstar dell’hard rock internazionale, gli Animal Drive si sono formati nel 2012 a Zagabria sotto la spinta del frontman Dino Jelusic, classe 1992, talentuoso singer le cui doti canore hanno convinto anche Sua Maestà Jeff Scott Soto (Yngwie Malmsteen, Talisman, Journey) che, dopo averlo scoperto durante un tour con la Trans-Siberian Orchestra, ha deciso di proporre alcuni suoi brani alla Frontiers Music…il resto è già storia!

Abbiamo rivolto qualche domanda a Dino alla vigilia del concerto che li vedrà live sabato 14 luglio al Rock Camp di Trieste  -ingresso gratuito.

F: Ciao Dino! Intanto benvenuto su Freezine, come va?

DJ: Hey, ciao, qui tutto bene!

F: Manca poco al Rock Camp, come vi sentite?

DJ: Ci sono già stato due anni fa con la mia band dell’epoca, ci chiamavamo Dino & The Mad Dogs. E’ stato figo, quindi non vedo l’ora di tornare!

F: Due anni dove sono successe tante cose! Potresti cominciare raccontandoci qual è la ora la vostra attuale line up e come avete cominciato a fare musica assieme?

DJ: Ho conosciuto Keller nel 2010, ci trovavamo per provare in una cantina. Mai avrei pensato che in Croazia ci fosse qualcuno in grado di suonare la chitarra come lui…con personalità, insomma con le palle! Avevo sempre in mente di chiamarlo per suonare, ma poi io sono tornato con la mia band, lui con la sua, e in pratica ci incontravamo ai rispettivi concerti. Quando è arrivato il momento di rimpiazzare il chitarrista, l’ho chiamato. Da allora non se n’è più andato, e son passati tre anni.

‘Rok, il bassista, già suonava con noi saltuariamente’, continua Dino, ‘siamo andati d’accordo fin dall’inizio, quindi l’anno scorso è entrato ufficialmente nella band. Per me è uno dei migliori bassisti attualmente in circolazione, con un sacco di carisma e il sound giusto! Alla batteria ora c’è Zvone, che insieme a me è l’unico membro originale della band. Suonava con noi dal 2011 al 2014, poi si è dovuto trasferire e così al suo posto arrivò Adrian (Boric). Ma ora è tornato, e questo mi rende davvero felice perché ci capiamo che è una meraviglia, sia sul palco ma anche al di fuori!

F: Perché avete scelto di chiamarvi Animal Drive?

DJ: Abbiamo scelto questo nome perché si accordava con il nostro sound, con i nostri brani ma anche con la nostra presenza scenica. E’ semplice, diretto, ti entra in testa appena comincia il pezzo e le luci si illuminano e noi siamo pronti a diventare delle belve…! Insomma, era senza dubbio il nome adatto!

F: Il vostro disco d’esordio ‘BITE!’ ha riscosso molto entusiasmo, ci racconti come è nato?

DJ: Avevo così tanto materiale che non sapevo cosa farci, ma per fortuna l’avevo conservato ed è proprio così che è nato ‘BITE! Il tema del disco è la vita con tutti i suoi alti e bassi: le frustrazioni, l’amore, la rabbia, il sarcasmo (‘Devil Took My Beer Again’), un pizzico di poesia sci-fi in ‘Deliver me’…e così avanti.

Animal Drive ‘BITE!’, Frontiers Records (2017)

F: Quali sono gli artisti che vi hanno influenzato durante la composizione?

DJ: Tantissimi…tutti noi siamo cresciuti ascoltando rock old school e heavy metal! Ma ci piace anche spaziare, infatti spesso mescoliamo i pezzi più heavy con qualcosa dello stile di Jessie J, questo per farti capire fino a che punto di follia possiamo arrivare…. E poi ovviamente ti dico Whitesnake, Pantera, Alice in Chains, Nevermore, Gojira, Winger, Guns N’ Roses…insomma, anche troppi!

F: Hai cominciato a cantare a soli cinque anni, partecipando a tanti concorsi e vincendo premi importanti. Ma c’è un momento preciso in cui hai capito che il rock sarebbe stato la tua vita?

DJ: Sì, ascoltando mio padre suonare i pezzi degli AC/DC. Mi sono innamorato del rock ascoltando ‘Thunderstruck’…e poi tutta la musica di mio padre mi ha influenzato tantissimo (Dario Jelusic, musicista e manager della band, nda)

F: Sei cresciuto a Zagabria, com’è lì la situazione?

DJ: Non mi piaceva, almeno fino al momento in cui ho conosciuto la scena underground inglese…E’ stato allora che ho capito che in realtà la Croazia ha una scena rock/metal/punk davvero valida. Ed è anche molto seguita….certo, si può fare meglio, ma al momento la situazione non è male!

F: Com’è l’esperienza con la Frontiers?

DJ: Alla grande, gli sono grato per la fiducia che mi hanno dato e sono sicuro che anche loro sono contenti, per il disco e soprattutto per l’accoglienza che sta ricevendo. E siamo già al lavoro sul secondo album! 

F: Prossimi progetti?

DJ: Abbiamo un sacco di offerte, chiacchiere, opportunità ma al momento non c’è ancora nulla di definito…Comunque, ora questa band è sicuramente la nostra priorità!

Summer Metal 2018 @Lonca di Codroipo (UD): il bill completo

Il Summer Metal 2018, come da tradizione, si svolgerà nell’area verde di Lonca di Codroipo, in provincia di Udine, nei pressi della bellissima Villa Manin, nei giorni 3-4-5 agosto. L’ingresso alle tre giornate sarà gratuito. Eccovi quindi tutti i nomi che calcheranno il palco del Summer Metal, regalando dosi di metallo tonante:

Venerdì 3 agosto

FROZEN CROWN
KANSEIL
HEADQUAKES
SACRO ORDINE

Sabato 4 agosto

ANTROPOFAGUS
SEPOLCRAL
SKORBUTIKS
MEMBRANCE
MANOLUC

Domenica 5 agosto

NECRODEATH
AGANIS
HELLMETALL
OLD ROGER’S REVENGE
HADAL
GATES OF DOOM
INHUMAN HUNTERS

Facilmente raggiungibile e dotato di un ampio parcheggio a pochi metri dall’area concerti, il Summer Metal 2018 non sarà solo musica, però. All’interno della manifestazione troverete forniti chioschi, cucina e vari stand, divenendo l’ideale punto di ritrovo per tutti gli appassionati della musica dura.

Mist: il release party del nuovo album ‘Free Me of the Sun’

Le doomster slovene MIST annunciano il release party del nuovo album ‘Free Me Of The Sun’, che si terrà Sabato 9 Giugno al Klub Gromka al Metelkova di Ljubljana. Ad aprire la serata saranno i croati Old Night, doom band formata a Rijeka-Fiume nel 2015.

MIST ‘Free Me Of The Sun’ release party
+ Old Night
+ Special Guest: Dj Hellfucker

Sabato 9 Giugno 2018  Klub Gromka, Ljubljana

 

L’evento Facebook della serata è disponibile a questo link.

Old Night

‘Free Me of the Sun’, pubblicato dalla label olandese Soulseller Records, è il primo full lenght della band ed è stato registrato presso gli Ork Studio nella valle di Jevnica a est di Ljubljana, prodotto e mixato da Benjamin Kic e masterizzato da Patrick W. Engel (Candlemass, Pentagram, Darkthrone, Exodus) dei Temple Of Disharmony Studios.

L’album è disponibile a questi link:
➤ World: https://soulsellerrecords.bandcamp.com/a…/free-me-of-the-sun
Americas: https://soulsellerrecords.aisamerch.com/search/?q=mist

‘Axl, che fiasco!’ Polemiche a Berlino per l’acustica dell’Olympiastadion

Bild, uno dei maggiori quotidiani tedeschi, ci è andato giù pesantissimo: ‘Axl Rose, das Ging in die Hose!’ (‘Axl, che fiasco!, nda) è il titolo a caratteri cubitali della recensione allo show di domenica 3 giugno all’OlympiaStadion di Berlino.
‘La voce si interrompe, a volte non la senti, a volte ti spaventi, perché le urla assordanti risuonano dal nulla. Questo ha poco a che fare con il concetto di canto’ continua l’articolo, che conclude: ‘Chiunque ricordi le cattive performance dei Gunners prima della reunion, deve ammettere che erano pur sempre migliori di questo!’

Corre sul web in queste ore la rabbia dei fans tedeschi, tanto che qualcuno ha pensato di lanciare una petizione su Change.org per riavere indietro dei biglietti…cuore di fan non perdona!!!!

https://www.change.org/p/guns-n-roses-guns-n-roses-at-olympiastadion-berlin-get-my-money-back

Dice un fan su Facebook : ‘Il sound è stato un disastro, tanti di noi hanno aspettato questo concerto per decenni…come fan, sono assolutamente deluso’.  Altri spettatori si sono lamentati del fatto che ci sono sempre stati problemi tecnici con il microfono di Axl Rose, tanto che la voce talvolta risultava completamente inudibile. ‘Molto poco professionale’, è il commento di un altro fan.

Guns N’Roses Concert Setlist at Olympia Stadion, Berlin on June 3d, 2018

It’s So Easy
Mr. Brownstone
Chinese Democracy
Welcome to the Jungle
Double Talkin‘ Jive
Better
Estranged
Live and Let Die
Rocket Queen
Attitude
This I Love
Civil War
Slither (von Velvet Revolver)
Speak Softly Love (Love Theme From The Godfather)
Sweet Child O‘ Mine
Wichita Lineman
Used to Love Her
Wish You Were Here (Instrumental)
November Rain
Knockin‘ on Heaven’s Door
Nightrain

– – – – –
Patience
Paradise City

Scorpions: a 70 anni per la prima volta live in Slovenia all’Arena di Ljubljana

…It’s Never Too Late!!!!
Giusto il tempo di soffiare sulle sue prime 70 candeline- compiuti lo scorso 25 maggio- che ecco Klaus Meine & Co. ritornano nuovamente sul palco e venerdì 8 giugno si esibiranno per la prima volta live in Slovenia alla Dvorana Stožice di Ljubljana dopo l’annullamento del concerto del 5 dicembre scorso.
In apertura suoneranno gli Stray Train, heavy blues rockers formati proprio nella capitale slovena nel 2015, che hanno già aperto con successo per Kadavar, Blues Pills ed alla fine di maggio ai Nickelback in Russia.

Gli heavy blues rockers lubianesi Stray Train

Gli Scorpions ripartono in tour il 6 giugno da Ostrava (Repubblica Ceca) e, dopo la tappa di Lubiana, continueranno attraverso l’Europa dell’est con tappa domenica 10 in Serbia, a Belgrado -dove anche suoneranno per la prima volta dopo due show poi annullati nel 2007 e 2017-, e poi a Bucarest martedì 12 giugno.

6.6 @CEZ Aréna, Ostrava, Czech Republic
8.6 @ Dvorana Stožice, Ljubljana, Slovenia
10.6 Štark Arena, Belgrade, Serbia
12.6 @Romexpo, Bucharest, Romania

Gli Scorpions al Music Peace Festival di Mosca nell’agosto1989

Tra i massimi esponenti storici dell’hard & heavy, gli Scorpions nell’88 durante il ‘Savage Amusement tour’ furono tra i primi gruppi occidentali a suonare nell’Unione Sovietica con un concerto a San Pietroburgo. Si dice che l’idea di ‘Wind of Change’ -la celebre ballad diventata icona della caduta del Muro con 15 milioni di copie vendute- sia nata proprio durante il Moscow Music Peace Festival nell’89 che li vide esibirsi al Lenin Stadium di fronte a 260 mila rock fans russi. E’ proprio qui che Meine sostiene di aver visto i soldati dell’Armata Rossa piangere sulle note di ‘Holiday’, e questo gli diede l’ispirazione che lo porterà a scrivere successivamente ‘Wind of Change’.

Rock Camp 2018: partito il countdown per la 3a edizione del festival sul Carso

Partito il countdown per la 3a edizione del Rock Camp, il festival rock/metal organizzato dall’associazione Rock Out X Project che si terrà da venerdì 13 a lunedì 16 luglio a Trebiciano sul Carso ad ingresso gratuito.
L’ingresso ed il campeggio sono gratuiti, così come per l’uso delle piscinette, dei parcheggi per auto e camper, dei servizi igienici e molto altro ancora sia per gli adulti che per i bambini.
Uno spazio dedicato verrà offerto ai bikers, con un’area a loro riservata. I punti di ristoro, aperti fino a tarda notte, offriranno un’amplia gamma di cibi e di bibite varie.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/204019063486028/

Come avvenuto nelle precedenti edizioni, il Rock Camp proporrà un’esplosiva miscela di vari generi musicali spaziando dallo psyco- metal degli Antidem, al grindcore dei messicani Oxidised Razor, al thrash degli svizzeri Comaniac, alle sperimentazioni degli Shotdown fino alle melodie dei Soul Seller, dei Rain e dei DangerZone, tanto per citarne alcuni.

Tra i gruppi in programma venerdì 13 luglio i folkster Kanseil

Tra i primi gruppi che venerdì 13 apriranno le danze ci saranno i folkster Kanseil, gli sloveni Shotdown, i croati Sillycons e i DangerZone da Bologna. I giovanissimi Animal Drive da Zagabria -per la prima volta live a Trieste- e gli Hell In The Club -super band italiana che vede tra le sue fila membri di Elvenking e Secret Sphere- sono tra le band confermate per la serata di sabato 14 luglio. Tra gli ospiti di domenica 15 Sinheresy, Wardogs e i Celeb Car Crash.

Gran finale lunedì 16 luglio con il warm up per gli Iron Maiden, che si esibiranno live a Trieste in Piazza Unità martedì 17 luglio.  Sul palco Welcome Coffee, Old Roger’s Revenge e i Moonchild, che per l’occasione eseguiranno tutti i brani che i Maiden hanno portato nel tour ‘Seventh tour of the Seventh tour’.

LINE-UP (in ordine alfabetico):

VENERDI’ 13 LUGLIO
DANGERZONE – HARD ROCK / BOLOGNA
FILE NOT FOUND – ALTERNATIVE / ROMA
HEADLINER – THRASH METAL / TRIESTE
KANSEIL – FOLK METAL / BELLUNO
MR.NICE – COVER CLASSICI / TRIESTE
PAZ MANERA – INDIE PROG / TRIESTE
RAIN – HARD ROCK / BOLOGNA
SCALA MERCALLI – POWER METAL / MARCHE
SHOTDOWN – EXPERIMENTAL / SLOVENIA
T.R.U.S.T. – COVER CLASSICI / TRIESTE

SABATO 14 LUGLIO
ANIMAL DRIVE – HEAVY METAL / CROAZIA
BIKINI STRIKE – HARD ROCK / GORIZIA
DEAD AFTER WEEKEND – PUNK ROCK’N’ROLL / PADOVA
ELBOW STRIKE – STONER / TRIESTE
ERADIUS – STONER ROCK / VERONA
DOLOMHATE (ex Full Leather Jacket) – HEAVY METAL / BELLUNO
HELL IN THE CLUB – HARD ROCK / ALESSANDRIA
HELLER SCHEIN – PROG METAL / BOLOGNA
MHELA – ALTERNATIVE / VIAREGGIO
NECROFILIA – GROOVE METAL / SAN MARINO
OXIDISED RAZOR – GRIND DEATH METAL / MEXICO
SHIT FUCKIN SHIT – DEATH METAL / TRIESTE
SOUL SELLER – HARD ROCK / VERCELLI
THE CLAMPS – STONER PUNK / BERGAMO
VENUSIA – COVER ROCK / TRIESTE

Gli hard rockers croati Animal Drive

DOMENICA 15 LUGLIO
ANTIDEM – PSYCHO METAL / TRIESTE
CELEB CAR CRASH – ROCK N ROLL / FAENZA
DEADLOCK – THRASH METAL / TRIESTE
FIST OF RAGE – HEAVY METAL / GORIZIA
FROM THE DEPTH – POWER METAL / PARMA
KILLER 4 – GRUNGE-PUNK-STONER / PIACENZA
LAMBSTONE – ALTERNATIVE / MILANO
N.M.N – HEAVY METAL / SLOVENIA
SAGE – POWER METAL / CROAZIA
SINHERESY – SYMPHONIC METAL / TRIESTE
URSUS’ ESCAPE – INDUSTRIAL DEATH / TRIESTE
WARDOGS – RAMONES TRIBUTE / TREVISO

LUNEDI’ 16 LUGLIO
COMANIAC – THRASH METAL / SVIZZERA
COWBOYS FROM SELZ – PANTERA TRIBUTE / GORIZIA
EPICENTAR – HEAVY METAL / CROAZIA
FADE TO RAGE – R.A.T.M. TRIBUTE / PADOVA
KILL JOY – CLASSIC COVER / TRIESTE
MOONCHILD – IRON MAIDEN TRIBUTE / GORIZIA
OLD ROGER’S REVENGE – SLUDGE METAL / TRIESTE
WALKYRIA – RAMMSTEIN TRIBUTE / GORIZIA
WELCOME COFFEE – ALTERNATIVE ROCK/ TRIESTE

Al Parco del Rivellino arriva Enjoy! The Fest con Gipsy Kings, Marky Ramone, Noyz Narcos, Nitro e altri

Debutta quest’anno Enjoy! The Fest, festival musicale che darà nuova vita al Parco del Rivellino di Osoppo (Udine) per proiettarlo ancora una volta nel panorama della musica internazionale. Dopo gli anni del “vuoto”, seguiti al trasferimento del Rototom Sunsplash, infatti, Hub Music Factory ha deciso di investire sull’area, per renderla il cuore di una nuova rassegna che, oltre a portare la grande musica, vuole fare della qualità e del legame col territorio due delle sue caratteristiche peculiari. La prima edizione della manifestazione, che ha il patrocinio del Comune di Osoppo e il sostegno di Promoturismo Fvg, si svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 agosto 2018, con una proposta musicale a 360 gradi, per andare incontro a pubblici diversi: giovani amanti dell’hip hop, anime rockettare o, semplicemente, amanti della buona musica.

‘Il Parco del Rivellino permette di sviluppare al meglio il progetto di un festival boutique’, spiegano Tiziana Seregni e Alex Fabbro di Hub Music Factory. ‘Come ormai succede sempre più spesso in Europa si preferiscono eventi dove si sta bene, si passa una o più piacevoli giornate in compagnia potendo vivere il luogo al meglio, degustando prodotti di qualità, ascoltando ottima musica piuttosto che stare ammassati per ore in grandi spiazzi di cemento. Il Friuli Venezia Giulia è un territorio ricco di proposte e permette un’alleanza tra il Festival ed i prodotti che il territorio stesso offre. La nostra volontà è quella di crescere nei prossimi anni e poter inserire Enjoy! The Fest nella rete internazionale dei festival di modo da avere, oltre ad un pubblico locale, anche visitatori dall’estero per far apprezzare e conoscere le ricchezze della Regione’.

Si parte venerdì 24 agosto, con i ritmi hip hop di Noyz Narcos, nome di punta del panorama hardcore/rap italiano fresco di un nuovo album, ‘Enemy’, uscito il 13 aprile. Noyz, al secolo Emanuele Frasca, inizia a farsi notare dalla scena fin dal 1994 e nel 2002, a 23 anni, entra a far parte del collettivo TruceBoys. Nei suoi diversi album da solista hanno collaborato alcuni mostri sacri della scena romana, tra i quali Danno dei Colle Der Fomento, e alcuni esponenti di punta della scena hip hop milanese – tra cui Gué Pequeno e Marracash della Dogo Gang, nonché Fabri Fibra. Nell’ultimo lavoro, Noyz analizza con una disarmante genuinità lo scorrere della vita quotidiana nei quartieri senza censure e false ipocrisie di sorta attraverso un linguaggio diretto e tagliente ed un flow contraddistinto da uno stile unico e inimitabile, mentre le sonorità fondono rap, trap, elettroniche e melodie vocali in un mix eccezionale di elementi diversi che ben rispecchiano l’evoluzione in corsa di uno dei padri fondatori del panorama hardcore rap italiano. Nella stessa serata, si esibirà anche Nitro, rapper vicentino fresco di nuovo album, ‘No Comment’, uscito a gennaio, a cui partecipano nomi della scena come Salmo e MadMan. Il cartellone non finisce qui e prossimamente verranno annunciati altri nomi.

Si cambia decisamente genere sabato 25 agosto, con una serata – ad ingresso gratuito- dedicata al rock. Guest star sarà Marky Ramone, storico membro dei Ramones, nei quali fu batterista dal 1978 al 1996. Nato a New York nel 1956, Marc Steven Bell, questo il suo vero nome, ha suonato con la band hard rock Dust e con i Voidoids, prima di incontrare, al mitico Cbgb, Dee Dee Ramone che gli chiese di entrare a far parte di quella che è diventata una delle band simbolo del punk rock, in cui ha militato fino allo scioglimento e di cui è l’unico componente rimasto. Ben lontano dal voler appendere le bacchette al chiodo, Marky Ramone continua a portare in tour in tutto il mondo i successi dei Ramones, conosciuti ormai da tutte le generazioni: da ‘Pet Sematary’ a ‘I Don’t Want To Grow Up’, da ‘I Wanna Be sedated’ a ‘Blitzkrieg Bop’. Accanto a lui, la band Marky Ramone’s Blitzkrieg, che vede tra le sue fila anche Michale Graves, voce dei Misfits (altro gruppo-icona del punk americano) e Andrew W.K. Altri ospiti della serata, il gruppo punk rock di Vicenza, Derozer, attivo dal 1989 (hanno iniziato proprio proponendo le cover dei Ramones) e tornato, dopo una pausa di alcuni anni, con l’ultimo album Passaggio a Nord Est, e il gruppo milanese Andead, nato da un’idea di Andrea Rock, storica voce di Radio Virgin. Sarà proprio il conduttore radiofonico e musicista a concludere la serata con un suo djset.

A conferma di una programmazione che vuole essere il più variegata possibile, domenica 26 agosto, al Parco del Rivellino arriverà un altro mito della musica, i Gipsy Kings, nella loro formazione originale con i due fondatori Nicolas Reyes (voce e chitarra) e Tonino Baliardo (chitarra solista), attualmente impegnati in un tour da tutto esaurito nelle location più prestigiose del mondo, come la Royal Albert Hall di Londra o il Greek Theatre di Los Angeles. Chi non ricorda o non ha mai ballato sui ritmi di ‘Rumba Gitana’ o ‘Bamboleo’? I Gipsy Kings hanno contribuito con le loro sonorità a definire la world music e il loro sound riflette il viaggio costante e le differenti influenze dell’eredità gitana: nel corso degli anni, la loro musica ha incorporato elementi dello stile latino e cubano, della musica araba, del reggae e delle chitarre jazz, senza mai perdere il legame con il flamenco tradizionale.

Se la musica sarà la parte più importante, Enjoy! The Fest non si limiterà a rilanciare il Parco del Rivellino come palco internazionale. Due, infatti, sono i concetti che lo hanno ispirato: l’attenzione al legame col territorio, con la volontà di valorizzare l’area e la zona circostante anche in chiave turistica e promozionale del Friuli; e la convinzione che la formula del festival boutique, realizzato a misura di persona e dall’atmosfera più rilassata, sia da preferire ai grandi eventi per garantire un’offerta di alto livello. Ecco allora che anche dal punto di vista dell’offerta gastronomica, Enjoy! The Fest proporrà una selezione di menù di qualità, che si aggiungerà al classico festival food (hamburger, pizza e piadine): saranno infatti presenti stand gestiti da ristoranti del territorio che al pubblico offriranno un ricco ventaglio di pietanze (dalle tipiche friulane, alla cucina internazionale e a quella vegetariana); allo stesso tempo, sarà possibile degustare birre artigianali, cocktail e vini.

Day 1
24 agosto 2018
Noyz Narcos – Nitro …and more
Prevendita 20 € + ddp e cassa 25 €

Day 2
25 agosto 2018
Marky Ramone’s Blitzkrieg + Derozer + Andead + Dj Set Andrea Rock (Virgin Radio)
Ingresso gratuito

Day 3
26 agosto 2018
The Gipsy Kings (Nicolas Reyes, Tonino Baliardo)
Prevendita 30 € + ddp e cassa 35 €

Prevendite disponibili dalle ore 11:00 di lunedì 7 maggio sui circuiti Mailticket e Vivaticket.

Dark Circle Fest V: un festival metal all’ex cartiera di Fiume

Si terrà nel weekend di venerdì 24 e sabato 25 agosto il Dark Circle Festival negli spazi dell’ex cartiera Hartera di Fiume (Rijeka), ora utilizzata come sede di spettacoli ed eventi -la città sul Quarnaro sarà Capitale Europea della Cultura nel 2020.

Evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/1796167650446163/

Un’immagine dell’ex cartiera – Hartera di Fiume- Rijeka

Headliner saranno i sulfurei BELPHEGOR insieme ai thrashers svedesi The Crown, più altri 28 gruppi provenienti da Irlanda, Svezia, Slovenia, Italia, Austria e naturalmente Croazia:

CORE OF CREATION | DECOMPOSING ENTITY | DEFIANT | E.N.D. | KYMERA | MBURNS | OMNIVORE | SAILING TO NOWHERE | SUFOSIA | THEORIES DIVIDE | THROATTWISTER | WOLVES WITHIN | ZENOTH | ZVIJER

Oltre al palco principale Dark Stage, quest’anno verrà aggiunto il Chaos Stage, che ospiterà:
DICKLESS TRACY | DISBAJA | EHO | EMPHASIS | IAMDISEASE | INVERTED PUSSYFIX | KRLJA | LEFT TO STRAVE | LORD DRUNKALOT | MAMUT | NEGATIVE SLUG | OMEGA SUN | REVERSE GANGBANG | SHIN

 

Blog|Rock|Metal|Festival|

Pin It on Pinterest