Prosecco #5/ Tytus

Quinta band a salire sul palco del teatro di Prosecco sabato 9 aprile prima dei Warrior Soul sono i Tytus, formati nel 2014 come versione heavy metal dei Gonzales.
Dopo dieci anni abbiamo sentito l’esigenza di chiudere il capitolo Gonzales e cominciare questo nuovo progetto che, inizialmente, prevedeva gli stessi membri’, racconta Mark Simon Hell, chitarrista che compone la band insieme a Ilija Riffmeister (voce e chitarra), Markey Moon (voce e basso) e Bardy alla batteria.

11902485_1597954907132653_2173065786872389689_n
‘Dopo un 7” ep e un tour che ha toccato Italia, Francia e Spagna abbiamo avuto un importante cambio di line up; da cinque siamo diventati quattro abbiamo cambiato batterista e cantante’, continua Mark, che suona anche con i friulani Eu’s Arse e ora anche con Upset Noise. ‘Dopo un po’ di necessario riassestamento sono partite le registrazioni per il nostro primo album che è concluso e attende solamente di uscire’.

‘Al momento abbiamo fuori il 7” ep “White lines” che è stato registrato con la prima line up dei Tytus e stampato in 3 differenti versioni. Il nostro primo full lenght “Rises” in uscita a breve è stato registrato e mixato al Track Terminal Studio di Trieste. Abbiamo avuto come ospiti nel disco il cantautore tedesco Conny Ochs, Will Wallner chitarrista della metal band statunitense White Wizzard e il nostro primo cantante Tilen. Direi che le nostre influenze musicali sono tantissime, varie e distanti tra di loro, quello che poi viene fuori nei nostri pezzi è una miscela di heavy metal/hard rock old school che non vuole essere un revival dell’epoca d’oro del genere. Le tematiche trattate nelle nostre canzoni sono diverse, abbiamo pezzi di carattere politico/sociale/storico e altri pezzi più introspettivi/psicologici/lisergici’.

Nei giorni scorsi è uscito un lyric video prodotto dalla Visceravision di Gorizia del brano ‘Desperate Hopes’.

Guarda il video dei Tytus: