Rock Camp Day #1

Al via la seconda edizione del ROCK CAMP Summer Festival!
Il festival si terrà il 7 – 8 – 9 Luglio 2017 a Trebiciano, in mezzo al verde del Carso di Trieste. Il festival aprirà le porte Venerdì 7 Luglio alle 12:00. Dopo di che partirà uno ‘spara tutto Rock’ di 72 ore: concerti, spettacoli, after show party e dj set che dureranno fino all’alba di Lunedì 10 Luglio.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1005827362884236/

VENERDI’ 7 LUGLIO:

15.15 – 15.45 VULGAR SPEECH (groove metal,PN)
16.00 – 16.30 N.M.N. (hard rock, SLO)
16.45 – 17.15 ZIGOTA (prog, TS)
17.30 – 18.10 URSUS ESCAPE (death industrial, TS)
18.30 – 19.15 RIVERWEED (blues rock, TV)
19.30 – 20.15 CONCRETE JELLY (alternative, TS)
20.30 – 21.15 T.R.U.S.T. (cover, TS)
21.30 – 22.15 T.S.O. (alternative, TS)
22.30 – 23.45 SINHERESY (symphonic metal, TS)

Ritorna l’UNICO Festival Rock a Trieste! 
Dopo il sorprendente successo della scorsa edizione, ritorna l’unico Festival Rock di Trieste, della durata di tre giorni, con la possibilità di dormire nel campeggio adiacente (anch’esso gratuito); il Rock Camp è un’importante vetrina per le band emergenti ma anche per i big della musica italiana ed internazionale.

Il Festival è giunto alla seconda edizione anche grazie al decisivo aiuto di molteplici partners commerciali che hanno creduto nel progetto dell’Associazione Rock Out X Project, un gruppo di persone con un’unica passione: la musica!!

L’ingresso al Camp è GRATUITO!!!

Un Festival Ecologico 
La location offre grandi spazi all’aperto, immersi nel verde dell’Altipiano Carsico, lontani dai centri abitati.
A disposizione del pubblico un parcheggio per i camper ed una grande area camping per le tende, inclusa di servizi igienici, docce e vigilanza notturna, tutto esclusivamente gratuito.
Ai motociclisti verranno riservate zone ‘bikers’ per parcheggiare le moto proprio nell’area centrale della festa!!
Verranno inoltre allestiti spazi ricreativi per bambini, ma anche per adulti ed amanti dell’abbronzatura, che potranno prendere il sole e rinfrescarsi nelle nostre piscinette.

Un Festival Cosmopolita
Il Festival ha carattere internazionale e cosmopolita.
Oltre ai migliori gruppi in circolazione disponibili nel territorio triestino, si esibiranno band provenienti dalla Croazia, dalla Slovenia, dall’Austria, dal Friuli Venezia Giulia, oltre che da altre regioni italiane.

Punti di Ristoro
Verranno allestiti palchi, gazebi, stand eno-gastronomici e vari punti di ristoro che offriranno di tutto e di più! Dalla colazione alle prime luci del mattino fino allo spuntino di mezzanotte!
Disponibili anche menù vegani.

Concorso per band Emergenti
Verrà indetto un concorso riservato a tutte le bands che si esibiranno al Festival.
Sarà il pubblico ad esprimere le proprie preferenze e decidere la band vincitrice.

 Google Maps

https://www.google.it/maps/place/Trebiciano+campo+sportivo/@45.677813,13.8132802,17z/data=!3m1!4b1!4m5!3m4!1s0x477b14d57b107561:0x8ea596944bd34e04!8m2!3d45.6778093!4d13.8154742

Per chi viene da Trieste seguendo la Superstrada o la camionale prendere il tratto E70 verso A4. Uscita Trebiciano – Opicina, girare a sinistra per la Strada Provinciale del Carso/SP1. Il Rock Camp si trova dopo circa un chilometro sulla destra.

Per chi viene dall’A4, continuare per il tratto E70 seguendo sempre le indicazioni per Trieste. Uscire a Trebiciano-Opicina verso Trebiciano/Prosecco (Strada Statale 202/SP35). Dopo circa 1 km svoltare a destra verso la Strada Provinciale del Carso/SP1. Il Rock Camp si trova dopo circa un chilometro, sulla sinistra, prima di entrare a Trebiciano.

BUS 39 Partenze da STAZIONE CENTRALE (2 tratte): Stazione Centrale – Via Ghega – Piazza Oberdan – Via Coroneo – Via Fabio Severo – Università – S. Cilino – Strada per Basovizza – Basovizza – Padriciano – Trebiciano – Opicina – Villa Carsia

Dresda: viaggio nel cuore oscuro dell’Europa anti-Islam

Spinta dalla passione per il viaggio, e dall’irrefrenabile curiosità per qualsiasi tipo di meta ‘alternativa’, arrivo finalmente a Dresda, capoluogo della Sassonia di 532.000 abitanti, situata a pochi km dal confine con la Repubblica Ceca. E’ un lunedì sera e di gente in giro non ce n’è molta: forse sono tutti indaffarati a preparare le valigie per il lungo ‘ponte’ del fine settimana, o, più probabile, sono tutti incollati a guardare le immagini della strage alla Manchester Arena.

La Cattedrale nella Città Vecchia

Dresda è molto gettonata per la sua atmosfera elegante, nonché per la sua posizione geografica che la vede circondata da verdi vallate e castelli da fiaba. Ma nelle sue pieghe più profonde scorre una tale linfa di pulsioni violente e xenofobe che nel 2015 la città ha dato vita a Pegida (tradotto sarebbe ‘Patrioti Europei contro l’Islamizzazione dell’Occidente), il movimento anti-Islam che ogni settimana richiama nella piazza principale migliaia di manifestanti.

Un’immagine della spiaggia sul lungofiume

Il fiume taglia la città in due parti, che convivono l’una accanto all’altra facendosi ciascuna la propria vita- pur presentando caratteristiche molto diverse tra di loro.

Da una parte la Città vecchia-Altstadt con i suoi palazzi principeschi e ricchi di tesori d’arte, il suggestivo lungofiume dove si passeggia e si va a prendere il sole nei giorni d’estate, più una concentrazione pazzesca di teatri e auditorium dove la borghesia cittadina si ritrova la sera per andare a vedere gli spettacoli e l’Opera.

Una bottega d’arte nella Città Nuova

Dall’altra parte del fiume c’è la Dresda alternativa della Città Nuova-Neustadt, il quartiere bohémien che pullula di pub e gallerie d’arte, popolato da hipster ed artisti. Si respira un’atmosfera rilassata, che rievoca Christiania e l’esperimento delle città ‘libere’: sempre che la libertà sia scegliere di vivere all’interno del proprio recinto, separati dal resto…

Una casa dipinta nella Groovestation della Città Nuova

Divisa tra l’Antico e il Nuovo, tra Sassone e Straniero, Dresda è un posto che riflette bene i contrasti e le divisioni dell’Europa odierna: fragile e sempre sul punto di spezzarsi in mille pezzi, proprio come una delle sue famose porcellane…

Aerosmith, il tour parte col botto: sold out a Tel Aviv e anche in Georgia

Partito con il botto l’AeroVederci Baby, il tour degli Aerosmith che mercoledì 17 maggio 2017 ha visto il ritorno della band dopo 23 anni allo Yarkon Park di Tel Aviv: ‘Scusateci per l’assenza prolungata’, sono state le parole di Joe Perry ai fans israeliani.

Dopo l’intro con visuals che attraverso immagini e filmati d’archivio su grande schermo ripercorrono i quasi 50 anni di carriera del gruppo, ecco finalmente sul palco i cinque Bad Boys dare vita a uno show travolgente che ha registrato il tutto sold out.

In realtà lo show era partito già prima con la visita di Steven Tyler a Gerusalemme, dove si è recato in visita al Muro del Pianto e al Santo Sepolcro intrattenendosi con David Freidman ambasciatore USA in Israele. Bersagliato dai flash dei fotografi, assediato dai fans durante le pause nei negozi e ristoranti della città, il 68enne frontman è apparso in forma davvero smagliante, e molto rilassato in compagnia della sua fidanzata ed assistente Aimée Ann Preston di quarant’anni più giovane.

A ‘suggellare’ la visita in Israele della band è arrivata Kat Benzova, autrice anche della foto ufficiale della band insieme al premier israeliano Bejamin Netanyahu.

Sold out anche nella tappa successiva, che si è svolta sabato 20 maggio alla Black Sea Arena di Batoumi in Georgia. L’AeroVederci Baby Tour comprende diciassette date -tra cui quelle del Download Festival e l’Hellfest a Clisson in Francia-, e si concluderà il 5 luglio a Zurigo. In programma c’è un’unica tappa italiana venerdì 23 giugno al Firenze Rocks Festival.

 

Chris Cornell 1964-2017, l’ecatombe del grunge continua

Il mondo del rock è sotto choc per il sospetto suicidio di Chris Cornell, il cantante degli Audioslave e dei Soundgarden. Il corpo del musicista sarebbe stato stato trovato senza vita, sul pavimento del bagno della sua camera al MGM Grand Detroit, da un suo amico, entrato nella stanza dopo avere ricevuto una telefonata della moglie di Cornell, Vicky, che allarmata gli aveva chiesto di ‘controllare se Cornell stava bene’. Cornell, 52 anni, tre figli, si trovava nel bel mezzo di un tour con i Soundgarden, tra l’altro completamente sold-out, negli Stati Uniti, con sei date ancora da disputare fino alla sua conclusione, il 27 maggio prossimo.

La notizia è scoppiata come un fulmine a ciel sereno, poche ore dopo averlo visto -come riferito da chi c’era- ‘motivato e carico’ in concerto al Fox Theater di Detroit. Con lo scettro insieme a Kurt dei Nirvana e Eddie Vedder dei Pearl Jam, Chris sembrava aver fatto pace con la difficile infanzia a Seattle, la città da cui era partito all’inizio degli anni ’90 per conquistare il mondo. A differenza di Kurt, di Andrew Wood, di Layne Staley degli Alice In Chains, e, più recentemente, Scott Weiland degli Stone Temple Pilots, non se ne conoscevano dipendenze o altri cliché da rocker maledetto.  Ci si chiede, ancora increduli e sbigottiti: perché lui? E soprattutto perché proprio adesso? Dopo aver seminato tanti lutti e danni dietro di sé, il grunge sferra ancora un triste, amaro scherzo finale: ma sarà davvero l’ultimo?

Cornell, nato a Seattle il 20 luglio del 1964 e il cui vero nome era Christopher Boyle, era il leader dei Soundgarden, con i quali si aggiudicò due Grammy per i singoli ‘Black Hole Sun’ e ‘Spoonman’; dopo la parentesi con il supergruppo dei Temple of the Dog (1990-1992), continuò con la sua band originale fino alla rottura nel 1997 (salvo poi ricostituirla nel 2010) e nel 2001 formò gli Audioslave, insieme ai membri dei Rage Against the Machine, Tom Morello, Tim Commerford e Brad Wilk. Il supergruppo continuò ad esibirsi e registrare fino al 2007. Attivo anche come solista, Cornell ha pubblicato cinque album in studio, l’ultimo dei quali è e rimarrà ‘Higher Truth’, uscito nel 2015. Celebre, infine, la sua collaborazione con David Arnold per dare vita al brano ‘You Know My Name’, tema di ‘Casino Royale’, il primo film in cui Daniel Craig veste i panni dell’Agente 007 James Bond. In tempi recenti il cantautore statunitense aveva paventato l’idea di riunire nuovamente i Temple of the Dog per produrre nuovo materiale.

 

The 69 Eyes, The Strigas, Vlad In Tears @Revolver Club, S. Donà di Piave, 13.5.2017

Seratina goth n’ roll sabato 13 maggio con i The 69 Eyes, vere e proprie icone del genere tornati di prepotenza sulla breccia grazie all’ultimo ‘Universal Monster’ (2016, Nuclear Blast).
Location dell’evento, defilato tra i capannoni della zona industriale di S. Donà, è stato il Revolver club, conosciuto sia per i concerti che per le sue serate e feste con dj set.

The 69 Eyes @Revolver Club, S. Donà di Piave,13.5.2017, pic. by Sarah Gherbitz

Ben due le band di supporto scelte per aprire le date italiane dei 69 Eyes, comprese quelle di Milano e Bologna. I primi a salire sul palco sono stati i Vlad In Tears, che, nati come tribute band degli HIM, hanno cominciato nel 2007 a farsi conoscere con brani propri attraverso la partecipazione agli eventi e festival del circuito goth dark.

The Strigas @Revolver Club, S. Donà di Piave, 13.5.2017, pic. by Sarah Gherbitz

Nonostante queste premesse, la loro performance non è riuscita a fare molta breccia nel pubblico. La scintilla non scatta neanche con la seconda band in programma, The Strigas gothic rock da Barletta. Nati nel 2010 da un’idea di Fabio Phobos Storm (voce) e Liboria Tesoro al basso, hanno cercato di scaldare l’atmosfera incitando tutti a cantare in coro la loro ‘Fallin’ Down’… certo non dev’essere facile misurarsi con una band che ha attraversato gli ultimi 30 anni catturando con una precisione quasi fotografica, album dopo album, brano dopo brano, i fermenti e il vento di cambiamento dell’Europa post-Muro.

L’attesa in sala è tutta per gli Helsinki Vampires, che attaccano alla mezzanotte precisa, annunciati, come ormai d’abitudine, dalla suadente voce di Edith Piaf. Luci soffuse e atmosfera un po’ retrò con protagonista principale Jyrki, il carismatico frontman che guida la band fin dai suoi esordi, affiancato da Jussi alla batteria, Bazie alla chitarra, l’altro chitarrista Timo Timo e il bassista Archzie.

The 69 Eyes @Revolver club, S. Donà di Piave, 13.5.2017, ph. by Sarah Gherbitz

Bastano pochi istanti ed ecco spalancarsi le porte del fantastico mondo di ‘Universal Monster’ popolato da esangui donzelle e creature mostruose ispirati ai personaggi e ai vecchi horror tanto cari a Jyrki & Co.,, da Dracula e Frankenstein a Bela Lugosi, Boris Karloff passando per Vincent Price…

Un’ora abbondante di show, che ha visto la band snocciolare una hit dopo l’altra, alternando i brani dall’ultimo album come ‘Miss Pastis’ e ‘Dolce Vita’ fino alle storiche ‘Lost Boys’ e ‘Brandon Lee’ in ricordo dell’attore scomparso durante le riprese de ‘Il Corvo.’
Pubblico caloroso e piuttosto trasversale, composto da rocker della prima ora e, in maggiore quantità, da ragazze ventenni con accessori e rossetto gothic girl in sintonia con la serata.

Dopo il concerto, e la ‘comunione’ dei plettri, resta il tempo per le foto e un saluto veloce a Jyrki prima che i Vampiri se ne facciano ritorno nel Regno delle Tenebre…next stop venerdì 19 maggio all’Astra Kulturhaus nel cuore di Berlino… you gotta feel Berlin…baby yeah…you gotta feel Berlin…baby yeah!!!

 

Ugly Kid Joe: una data in luglio alla Festa della Birra di Laško

Ugly Kid Joe
Giovedì 13 luglio
Festa della Birra e dei Fiori -Pivo in cvetje 
@Laško, Slovenia, 13-16.7.2017
Facebook: https://www.facebook.com/events/295535594204001/

Fonte: http://www.pivo-cvetje.si/it/nastopajoci/ugly-kid-joe/
http://www.pivo-cvetje.si/nastopajoci-po-odrih/#stage-Zlatorog

Sabato 15 luglio ci saranno anche gli australiani Airbourne e l’esplosiva Samantha Fox con la sua rock n’ roll band!

BIGLIETTO PER 3 GIORNI
Da giovedì a domenica
Prezzo intero: 30 EUR
Prevendita: 20 EUR
Fino al 31 maggio

BIGLIETTO GIORNALIERO
Giovedì, venerdì o sabato
Prezzo intero: 15 EUR
Prevendita: 10 EUR
Fino al 31 maggio 2017

PROMOZIONE 5+1
Biglietti 5+1 Sconto
Biglietti giornalieri e biglietti per 3 giorni

CAMPEGGIO
Campeggio con servizi igienici.
Da giovedì a domenica
Prezzo: 10 EUR

Gli Ugly Kid Joe si formano nel 1990 a Isla Vista, in California; a differenza delle altre band garage il loro sound è contaminato da un’ampia gamma di stili: dall’hard rock al southern, al funk, il rap, fino ad arrivare al thrash-metal.
Dopo un primo Ep e un tour americano di supporto agli Scatterbrain, nel 1992 gli Ugly Kid Joe raggiungono il successo su larga scala pubblicando “America’s Least Wanted” con la celebre Mercury Records, supportando l’album con un tour mondiale che riceve degli ottimi riscontri di pubblico e di critica. Dopo due soli album gli Ugly Kid Joe si staccano dalla Mercury Records per fondare la UKJ Records. Negli anni a seguire alternano un’intensa attività live ad un lavoro costante in studio, che li porterà a pubblicare altri due album, per un totale di quattro, fino al 1997, anno dello scioglimento della band.
Dopo quasi 15 anni di silenzio, gli Ugly Kid Joe nel 2010 hanno ripreso ufficialmente l’attività live e nel 2015 hanno pubblicato un nuovo album chiamato “Uglier Than They Used Ta Be”.

Trieste, estate 2017: l’assenza di rock pone il problema delle trasferte

Giunti ormai alla vigilia dell’estate, Trieste si ritrova a fare i conti con una pesante assenza di nomi ed eventi che porta i fans ad emigrare altrove per incontrare i loro idoli del rock. Le prime avvisaglie ci sono già state nei giorni scorsi, con la trasferta a Trezzo per il Frontiers Rock, dove c’erano più triestini che in Piazza Unità… e idem succederà domenica 14 maggio in occasione della data dei Depeche Mode a Lubiana.

All’assenza di nomi si aggiunge il problema delle trasferte. E’ vero che per i Depeche c’è un pullman, ma per tutto il resto dell’estate?Come raggiungere il Firenze Rocks, evento novità dell’estate con nomi come Aerosmith e Eddie Vedder? E’ prevista qualche iniziativa per raggiungere i Metal Days a Tolmin, che quest’anno prevedono Marylin Manson in cartellone? Come organizzarsi per godersi al meglio la due giorni di rock-metal in agosto al Festival di Majano? Restando in Friuli, ci sono dei collegamenti da e per Trieste con il Sexto Unplugged, i concerti di Lignano e il No Borders di Tarvisio?

Così come molte agenzie si attivano con discoteche/pullman itineranti offrendo la possibilità di festeggiare- e perché no- bersi una birra in tutta tranquillità, così anche a Trieste non nuocerebbe un’agenzia in grado di offrire un servizio trasporti intensificato per i concerti rock...think about it!!!

Contest: vinci i biglietti per il Sea Star Festival a Umago sulla costa croata dal 25 al 28 maggio!

Freezine vi regala i biglietti per assistere al Sea Star Festival che si terrà dal 25 al 28 maggio 2017 nella spettacolare cornice del comprensorio Stella Maris di Umago in Croazia. Il Sea Star Festival aprirà l’estate musicale 2017 e lo farà alla grande con 6 palchi sui quali si esibiranno giorno e notte più di 70 artisti locali e internazionali, tra i quali spiccano The Prodigy, Fatboy Slim, Paul Kalkbrenner, Modestep, Pendulum, Dubioza Kolektiv.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/843650729105727/

I biglietti in regalo saranno 3 e assegnati 1 ad ogni singola persona.

COME PARTECIPARE:

– Diventa fan di Freezine cliccando qui: Solo coloro che sono fan della pagina avranno diritto a partecipare!
– Condividete sulla vostra bacheca Facebook il post del contest
– Scriveremo sulla pagina Facebook i nomi dei vincitori tra tutti quelli che hanno condiviso

Il festival è realizzato dallo stesso team che da anni organizza uno dei festival più importanti d’Europa ovvero l’Exit Festival di Novi Sad in Serbia. Alla line up si sono aggiunte altre due stelle della scena elettronica mondiale i dj Umek e Spiller. Consulta qui la line up:
http://www.seastarfestival.com/it/lineup/

Il Sea Star Festival aprirà le porte già giovedì 25 maggio con il warm up e per i più coraggiosi verrà organizzato anche un afterparty la domenica 28.

Il Sea Star si trova nella posizione ideale per un festival, ovvero nel comprensorio turistico Stella Maris di Umago in Croazia. Un’area attrezzata con tutto quello di cui un festival ha bisogno. Tutti i palchi sono in prossimità del mare, campeggio, appartamenti, villette e hotel si trovano a meno di 5 minuti a piedi dalla zona del festival, mentre la splendida cittadina mediterranea di Umago piena di monumenti storici e viuzze strette dista soli 10 minuti a piedi.

http://www.seastarfestival.com/it/

Buona fortuna a tutti!

22° Motorbunch @Prepotto di S. Pelagio, 14-15 luglio 2017: ecco le band in programma

The Wild Bunch 

Presenta
22° Motorbunch @Prepotto di S. Pelagio
Trieste- 14-15 luglio 2017
free camping, live band, grill & drinks, stand

Venerdì 14 Luglio
20.00 Ant Abusers (PN) freestyle, r’n’ roll rockabilly, surf
21.30 Beat On Rotten Woods (TS) industrial, blues, grunge
22.45 Pigs Parlament (SLO) punk, rock, ska

Sabato 15 luglio
20.00 Achtung Piraten(TS) rock
21.30 Dobermann (TO) rock
22.45 Stop Stop (UK) hard rock, metal

Festival di Majano: in arrivo Rival Sons, il rapper Salmo, Amon Amarth e gli Arch Enemy

Il FESTIVAL DI MAJANO cala il poker e annuncia in un colpo solo 3 strepitosi concerti.

Il profeta del rap italiano SALMO porterà a Majano il suo Hellvisback Summer Tour

Il grande metal torna al festival con la due giorni Summer Days in Rock. Protagonisti il 7 agosto AMON AMARTH e ARCH ENEMY, l’8 agosto sarà la volta dei californiani RIVAL SONS con il support act degli italiani MOTELNOIRE

SUMMER DAYS IN ROCK
Lunedì 7 agosto – AMON AMARTH + ARCH ENEMY + Guest
8 agosto – RIVAL SONS + MotelNoire

Biglietti in vendita dalle ore 10.00 di martedì 9 maggio sul circuito Ticketone. Info e punti vendita autorizzati su www.azalea.it

Dopo l’ufficializzazione del concerto dei Litfiba delle scorse settimane, il Festival di Majano annuncia nuovi grandi eventi del calendario musicale della 57° edizione. Si comincia con uno dei nomi più interessanti della scena cross over, definito anche il ‘profeta del rap italiano’, Salmo, live all’Area Concerti Festival venerdì 28 luglio con l’attesissimo ‘Hellvisback Summer Tour 2017’.

Grande evento a tinte metal e hard rock, generi che a Majano sono da sempre di casa, è invece la due giorni denominata Summer Days in Rock, che vedrà sul palco di Majano alcuni dei migliori nomi della scena musicale internazionale. Si inizia il 7 agosto con AMON AMARTH e ARCH ENEMY, due autentici pesi massimi del metal mondiale, che tornano insieme in Italia, per un’imperdibile unica data. L’8 agosto sarà invece la volta dei RIVAL SONS, band rock e soul statunitense accostata dai più a band leggendarie come Led Zeppelin e Queens Of The Stone Age. Il concerto dei Rival Sons vedrà anche il support act di un’altra grande novità della musica italiana, i MotelNoire. Tre strepitose serate caratterizzate da un’ampissima offerta musicale di altissimo livello, che troverà la sua massima espressione nella dimensione live. I biglietti per tutti gli eventi saranno in vendita a partire dalle 10.00 di martedì 9 maggio. Info, prezzi, abbonamenti e punti autorizzati su www.azalea.it .

Fra i successi di Salmo brillano due album certificati platino: ‘Hellvisback’ (uscito nel 2016, ha debuttato al numero 1 della classifica di iTunes e della FIMI restandoci inchiodato per due settimane) e ‘Midnite’ (2013), il singolo ‘1984’ certificato platino, e l’oro per il brano ‘Alba’. Con oltre 42 milioni di visualizzazioni sul suo canale youtube ufficiale, Salmo è l’artista rap che ha venduto di più nel 2016, si è esibito in un tour europeo tra marzo e aprile, toccando città come Madrid, Barcellona, Parigi, Dublino, Londra, Berlino, Bruxelles, Amsterdam e Salonicco, per poi tornare in Italia con un tour primaverile. Non solo musicista ma anche regista, nel 2014 Jovanotti lo sceglie per dirigere il video di ‘Sabato’, per poi invitarlo come special guest del suo tour negli stadi nel corso del 2015. Salmo ha letteralmente preso la scena rap italiana e ne ha cambiato i connotati di genere, introducendovi elementi di elettronica e rap hardcore come, qui in Italia, ancora non si era visto.

Prime star della due giorni Summer Days in Rock a Majano, gli Amon Amarth, band death metal svedese, sono pronti a tornare live in Italia. Nati nel 1988 nei sobborghi di Stoccolma con il nome di Scum, adottano nel 1992 l’attuale nome in omaggio alla letteratura di J.R.R Tolkien, in lingua Sindarin significa infatti Monte Fato. La band ha pubblicato 10 album di studio tra i quali ‘The Avenger’ e ‘The Crusher’ che contiene la super hit ‘Masters of War’. Gli ultimi album pubblicati sono ‘Surtur Rising’ del 2011, ‘Deceiver of the Gods’ e ‘Jomsviking’ del 2016.

Gli Arch Enemy, gruppo melodic death metal svedese, attualmente in studio per registrare il nuovo album in uscita a settembre, nascono nel 1995 dai fratelli Michael e Christopher Amott. Hanno pubblicato 14 album di cui 10 di studio, una raccolta e 3 live. Con il primo LP ‘Black Earth’ la band si fece conoscere sul mercato europeo e giapponese, ma fu senza dubbio con il secondo album ‘Stigmata’ che raggiunsero il successo mondiale. A guidare l’attuale formazione della band la carismatica front girl Alissa White-Gluz, considerata fra le donne più belle del metal, oltre che fra le più brave. Amon Amarth e Arch Enemy rappresentano un’accoppiata micidiale, che sarà di certo capace di infiammare il palco del Festival di Majano in occasione dei Summer Days in Rock.

I Rival Sons sono un gruppo rock blues statunitense nato nel 2008, composto dal chitarrista Scott Holiday, dal batterista Mike Miley e dal bassista Robin Eberhart. Li abbiamo visti come eccellente spalla al tour d’addio di Black Sabbath, li abbiamo rivisti dominare l’Alcatraz di Milano lo scorso febbraio, ora la band californiana torna in Europa per affrontare un nuovo imponente tour estivo. Amatissimi dal pubblico per show pieni di pura adrenalina, fra riff stoner e attitudine prettamente rock fra Kyuss, Led Zeppelin e Queens Of The Stone Age, regaleranno una serata da ricordare al pubblico dei Summer Days in Rock del Festival di Majano.

Quattro strepitosi headliner annunciati in una sola volta per il Festival di Majano, che si conferma come uno fra gli appuntamenti più attesi dell’estate musicale a Nordest, capace ogni anno di richiamare migliaia di persone anche da fuori regione e dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia. Ai nuovi annunci si aggiunge l’evento già ufficializzato dei Litfiba, che porteranno a Majano il loro nuovissimo ‘Eutopia Tour sabato 22 luglio. Biglietti in vendita, info su www.azalea.it .