Archivi tag: Trieste

Esclusivo- Karnokkorok, l’intervista senza veli

Reduce da una settimana di caldo e zanzare killer, Karnokkorok rompe il silenzio con la sua prima intervista. Ci racconta di sé, dai suoi gusti musicali alla sua passione per le serie televisive, da Breaking Bad a Hells on Wheels. Ci rivela un animo sportivo, che spazia dal basket al wrestling, e uno più spirituale, scegliendo Dio anziché Ozzy. Nell’attesa del suo prossimo ‘live’- da troppo tempo manca sulle scene,- ecco l’intervista rilasciata a Freezine. Continua la lettura di Esclusivo- Karnokkorok, l’intervista senza veli

9/7 Occult Night SaturninE (BO)+Mist (LJ)+Ooze(TS) @secret place, Trieste

Radioactive Booking and Planet K Records
Presents
9/7 Damned PARTY Occult Night:
SaturninE (BO)+ MIST (SLO) + Ooze (TS) Live @Secret Place, Trieste

for more info about the secret place you can send message to radioactiverec@yahoo.com or @radioactive booking
Continua la lettura di 9/7 Occult Night SaturninE (BO)+Mist (LJ)+Ooze(TS) @secret place, Trieste

20/6 Sepolcral (UD)+Scaffold (Beograd)+Presumed Dead @Rock Out, Trieste

Radioactive booking and Hostile Takeover Records
presents DEATH PARTY along with

SEPOLCRAL (Legendary Death Metal from Udine) :
I Sepolcral sono una death metal della provincia di Udine. Nascono nel 1993 e con all’attivo un demo -Witnesses of lies, un album -Victims, e il nuovo split Reborn 6, che segna il ritorno alle scene dopo più di dieci anni di silenzio. I Sepolcral sono Chris guitar Kev bass Pist voce Dan voce Fazz guitar e Frank drum. https://www.facebook.com/pages/Sepolcral/132726533550514?fref=ts

Death PartySCAFFOLD (Technical Old Schoold Death/Thrash Metal from Belgrade, Serbia)

Attivi dal 1993, dopo un breve periodo di inattività dovuta alle tensioni prima e dopo lo scioglimento della Yugoslavia, nella prima decade del nuovo millennio la band riprende con vigore e nuove energie, con un EP di ritorno “Like Devil in the Church” e un’intensa attività live. Gli Scaffold rammentano alle nuove generazioni il valore dell’old school. https://www.facebook.com/ScaffoldMetalSerbia?fref=ts

PRESUMED DEAD (Old School Thrash/Death from Vittorio Veneto) https://www.facebook.com/presumed.dead666?fref=ts

FREE ENTRY
ROCKOUT
VIA BRAMANTE
Triest, Friuli-Venezia Giulia, Italy
040 310878 https://www.facebook.com/rock.out.trieste?fref=ts

Addio a Sir Cristopher Lee, icona del grande schermo con il pallino dell’heavy metal

Sir Christopher Lee, star di Dracula, del Signore degli Anelli e di Guerre Stellari, è morto all’età di 93 anni domenica 7 giugno ma la notizia è stata data solo oggi. Alto un metro e novantacinque centimetri, scarno, una voce profonda e uno sguardo inquietante, Christopher Lee è stato quasi l’incarnazione del conte Dracula e a quell’interpretazione deve la sua fama mondiale. Nel 2009 aveva ricevuto insieme a Roger Corman l’Urania d’argento del Science+Fiction, il festival di fantascienza che si tiene ogni anno a Trieste. Continua la lettura di Addio a Sir Cristopher Lee, icona del grande schermo con il pallino dell’heavy metal

Castle, a Trieste la band di San Francisco guidata da Liz Blackwell

Calore e partecipazione per la serata che giovedì 7 maggio ha visto i Castle esibirsi al Rock Out di Trieste nell’ambito di un evento organizzato dalla Radioactive Booking. Un’occasione rara per conoscere dal vivo questo trio di San Francisco capitanato da una donna, considerato tra le band oggi più quotate della scena doom metal internazionale. Continua la lettura di Castle, a Trieste la band di San Francisco guidata da Liz Blackwell

Berlinale, un film sugli Scorpions nell’attesa del live a Trieste

La musica per raccontare epoche, mode, trasformazioni. Mai come quest’anno, la Berlinale ha sfoderato un look particolarmente rock, con tante pellicole dedicate a grandi star della musica, tra cui Kurt Cobain, Nina Simone, Love & Mercy su Brian Wilson dei Beach Boys e, last but not least, i mitici Scorpions. Continua la lettura di Berlinale, un film sugli Scorpions nell’attesa del live a Trieste

Parte a Trieste il festival che diventa ‘hub’ del cinema

Sulle note di Teho Teardo una ragazza che assomiglia ad Alice nel Paese delle Meraviglie sta passeggiando lungo un confine misterioso, quando si imbatte in un’enorme chiave. All’improvviso scivola dentro a un pozzo e poi si ritrova in un prato, dove troverà un tesoro piccolo ma prezioso…Parte così la sigla diretta da Ivan Bormann del 26° Trieste Film Festival che, dopo l’affollata edizione 2014, si allunga di un giorno e decide di scommettere sempre di più sul suo ruolo di ‘hub’, inteso come luogo di ricerca e sperimentazione per registi emergenti e film nella loro fase di sviluppo. Continua la lettura di Parte a Trieste il festival che diventa ‘hub’ del cinema

Parte sul red carpet di Trieste Il Ragazzo Invisibile

Nato dall’amore verso le grandi storie di supereroi, fin dall’inizio Il Ragazzo Invisibile è stato concepito come il primo grande progetto crossmediale tra fumetto e cinema del nostro Paese. Le centinaia di persone accorse al Lucca Comics & Games per la presentazione del fumetto rendono bene l’idea di un progetto coraggioso che ben si presta ad intercettare pubblici diversi, dai cultori della graphic novel alle famiglie che vanno al cinema durante il Natale. Continua la lettura di Parte sul red carpet di Trieste Il Ragazzo Invisibile

Lizzy Borden, a Trieste è di scena il rock

Serata rock & shock quella che giovedì 20 novembre ha visto ospiti a Trieste i Lizzy Borden per il tour organizzato in occasione del trentesimo anniversario della band. Un evento speciale promosso da Trieste is Rock e Bonawentura/Teatro Miela per festeggiare il gruppo pioniere del Rock Metal americano per eccellenza, con milioni di dischi venduti in tutto il mondo insieme ad Alice Cooper, Twisted Sister, W.A.S.P. Continua la lettura di Lizzy Borden, a Trieste è di scena il rock

Maria Roveran è la rivelazione dell’anno

E’ un momento d’oro per l’attrice Maria Roveran che il 20 novembre ha ricevuto il Premio Rivelazione dell’anno – RdC Awards 2014, assegnato dalla Rivista del Cinematografo nell’ambito del Tertio Millennio Film Fest.
Il Premio viene attribuito con la seguente motivazione: “In Piccola patria, l’immedesimazione è tale da non capire dove finisca il personaggio e dove inizi la persona. Maria Roveran, più che recitare, sembra vivere sulla scena. Tanta immediatezza non deve però trarre in inganno: la spontaneità non nasce da una reale vicinanza con la Luisa del film, ma è il frutto di un lavoro rigoroso sul corpo, il dialetto, l’espressione, il gesto, elementi nevralgici di una performance che fa del proprio sparire la sua qualità più evidente”. Continua la lettura di Maria Roveran è la rivelazione dell’anno