Larkin Poe, Eliana Cargnelutti & Band @Castello di S. Giusto, Trieste, 18.7.2022

Seratona di rock blues al femminile lo scorso 18 luglio a Trieste con le Larkin Poe, protagoniste del quarto appuntamento di Hot In The City Summer Festival. A due settimane dal super show dei Dead Daisies, eccoci di ritorno al Castello di S. Giusto, venue ufficiale del festival organizzato dalla Good Vibrations con Trieste Is Rock giunto quest’anno alla sua sesta edizione.

Ad aprire le danze c’era l’eclettica Eliana Cargnelutti, cantante e chitarrista friulana che, a soli trentatré anni, sfodera un invidiabile curriculum di collaborazioni e riconoscimenti internazionali, tra cui ‘migliore chitarrista femminile’ dalla rivista americana Blue-E-News. Circondata dalla sua band tutta composta da nomi apprezzati della scena blues e jazz -Simone Serafini al basso, Flavio Passon alle tastiere, Carmine Bloisi alla batteria, Francesco Minutello alla tromba e Giovanni Baisiero al sax-, ha presentato ‘Aur’, suo ultimo album che tra le principali influenze cita proprio le Larkin Poe…beh, per questa volta è proprio il caso di dirlo: dreams become true!!!

Eliana Cargnelutti and Band @Hot In The City Summer Festival, Trieste, 18.7.2022, ph. by Sarah Gherbitz

Reginette della serata le sorelle Rebecca, 31 anni, e Megan Lovell, 33, originarie della contea di Calhoun, in Georgia, che con il loro sound travolgente fatto di armonie southern e riff pesanti, subito proiettano nel Profondo Sud fatto di strade polverose e fatiscenti old saloon. Punto di forza dello show è sicuramente la magica alchimia che si crea tra le due sorelle dalle personalità apparentemente contrastanti: da una parte Rebecca, spesso paragonata per la sua grinta a Joan Jett, dall’altra la bionda Megan, più dolce e riflessiva. Insieme capaci di generare sul palco una gioia genuina tra il pubblico, inizialmente parecchio infastidito dal solito divieto di introdurre bevande -anche se in bicchieri di plastica- nell’area del concerto.

Hot In The City Summer Festival, Trieste, 18.7.2022, ph. by Sarah Gherbitz

Quasi due ore di concerto che ha visto pescare brani più datati come ‘Trouble In Mind’ (2016) ma anche le nuove ‘Bad Spell’ e ‘Summertime Sunset’ dall’album ‘Bloody Harmony’ che vedrà la luce in autunno. Insieme a loro sul palco ci sono il bassista Brent ‘Tarka’ Layman ed il batterista Kevin McGowan, ed aggiungerei anche la lap guitar suonata da Megan, una Rickenbacher bianca e nera degli anni ’50: più che una chitarra, conquista la scena a tal punto da diventare quasi una terza voce aggiuntiva… ‘è potente come una cantante d’opera’, la definisce Megan in un’intervista.

Hot In The City Summer Festival, Trieste, 18.7.2022, ph. by Sarah Gherbitz

Quello del blues rock in chiave femminile è un arcipelago tutto da scoprire: già abbiamo avuto un assaggio con le Loving Mary, la band di Nashville che ha suonato a Trieste con Steven Tyler (qui la nostra intervista), quest’anno le Larkin Poe…Concludiamo quindi con l’ormai classico appello di rito agli organizzatori: non mollare assolutamente la pista, ma anzi insistere….we want more!!! 😄👌

Hot In The City Summer Festival, Trieste, 18.7.2022, ph. by Sarah Gherbitz