Archivi categoria: festival

The Darkness in arrivo al Festival di Majano domenica 21 luglio

LA ROCK BAND BRITANNICA GUIDATA DEL CARISMATICO JUSTIN HAWKINS SARÀ SUL PALCO DI MAJANO DOMENICA 21 LUGLIO 2019, BIGLIETTI GIÀ IN VENDITA

HANNO FIRMATO HIT PLANETARIE COME “I BELIEVE IN A THING CALLED LOVE”, “ONE WAY TICKET” E “EVERYBODY HAVE A GOOD TIME”, VENDENDO MILIONI DI DISCHI E CONQUISTANDO LA VETTA DELLE CLASSIFICHE DI DIVERSI PAESI NEL MONDO

NEL 2014 HANNO VINTO TRE BRIT AWARD GRAZIE AL SUCCESSO DEL DISCO “PERMISSION TO LAND”, L’ULTIMO LAVORO È “PINEWOOD SMILE”, PUBBLCIATO NEL 2017

Attesissimi e da sempre molto amati dal pubblico italiano, i The Darkness, hard rock band inglese che ha firmato successi planetari come “I Believe in a Thing Called Love”, “One Way Ticket” e “Everybody Have a Good Time” e album memorabili come “Permission to Land” e “One Way Ticket to Hell…And Back”, sono pronti a replicare il successo live ottenuto lo scorso agosto nel nostro paese. Il gruppo guidato dal carismatico Justin Hawkins, chitarrista e fra le voci più innovative di inizio millennio, annuncia oggi due nuovi concerti italiani, a Milano e, per un unico live nel Nordest, al Festival di Majano, la storica rassegna musicale, culturale e gastronomica del Friuli collinare, che rende così noto il primo grande nome della sua 59° edizione. L’appuntamento con i The Darkenss a Majano, concerto organizzato da Zenit srl, in collaborazione con Pro Majano, Regione Friuli Venezia Giulia e PromoTurismoFVG, è quindi per domenica 21 luglio 2019, nell’area concerti del festival con inizio alle 21.30. I biglietti per questo nuovo evento internazionale dell’estate del Friuli Venezia Giulia, saranno in vendita a partire dalle 11.00 di oggi, lunedì 17 dicembre, sul circuito Ticketone. Info e punti vendita su www.azalea.it .

 

I The Darkness nei primi anni 2000 sono stati in grado di riportare alla moda tutine attillate e folte chiome in pieno stile anni ’70. Il loro hard rock ispirato a mostri sacri come AC/DC, Led Zeppelin, T-Rex, The Queen e Van Halen ha bucato gli schermi delle emittenti musicali internazionali e surriscaldato le radio di milioni di ascoltatori. A ogni rock party che si rispetti infatti non possono mancare gli acuti in falsetto del cantante Justin Hawkins, accompagnati dalle schitarrate e dagli assoli del fratello Dan Hawkins su hit intramontabili come “Love Is Only a Feeling” o “One Way Ticket to Hell”. Justin Hawkins (voce), Dan Hawkins (chitarra), Frankie Poullain (basso) e Rufus Taylor (batteria) sono riusciti a portare avanti il proprio progetto musicale affrontando alti e bassi dovuti agli eccessi tipici del rock ’n roll, e dopo una pausa verso la fine degli anni duemila, sono tornati al successo pubblicando altri tre album. L’ultimo di questi, “Pinewood Smile”, è uscito nel 2017, supportato da singoli come “All the Pretty Girls”, “Solid Gold” e “Southern Trains” e soprattutto da un’intensissima attività in tour. La band è già al lavoro su un nuovo album, e chissà che i quattro ragazzi d’Oltremanica non decidano di farci ascoltare qualche anticipazione dal vivo durante i concerti in arrivo. Fra gli album che hanno reso celebre la band troviamo i già citati “Permission to Land” del 2013, grazie al quale la band si aggiudicò tre Brit Awards nel 2004 come miglior gruppo, miglior gruppo rock e miglior album. Di grande successo fu anche il lavoro seguente, il disco “One Way Ticket to Hell… and Back” del 2005.

Il Festival di Majano è organizzato dalla Pro Majano, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Comune di Majano, Associazione regionale tra le Pro Loco, Comunità Collinare del Friuli, Consorzio tra le Pro Loco della Comunità Collinare.

Duel: a giugno il debutto in UK e nuovo album in arrivo

Si prospetta un 2019 intenso per i Duel, super combo texano che vede in line up i due ex Scorpion Child Tom Frank (voce e chitarra) e Shaun Avants (basso e voce).

La band è infatti in studio per portare a termine le registrazioni del nuovo album, successore dell’apprezzatissimo ‘Witchbanger’ (2017). Come il disco precedente, anche questo nuovo lavoro è registrato dal chitarrista Jeff Hanson nei suoi studios di Austin, in Texas, e vedrà la luce nel 2019 ancora una volta sotto l’egida della Heavy Psych Sounds records.

I Duel saranno in Europa per il tour di promozione dal 6 al 7 luglio 2019, ed hanno già in programma una data importante: per la prima volta si esibiranno nel Regno Unito al Black Deer Festival, open air dedicato alla musica americana e country che si terrà dal 21 al 23 giugno a Eridge Park nel Kent.

Rock In Graz, nuovo festival in luglio con Limp Bizkit, Steel Panther e Skindred!

Un nuovo festival targato Napalm Records si prepara ad accendere le notti estive! Stiamo parlando del Rock In Graz, che si terrà martedì 16 luglio 2019 presso la Freiluftarena, a pochi passi dal centro storico della deliziosa città austriaca.

Per questa prima edizione sono annunciati Limp Bizkit, Steel Panther e Skindred. Sono attesi altri due nomi in cartellone che verranno presto annunciati.

http://www.rock-in-graz.com/

 

 

 

Lucifer: in tour da ottobre, aggiunte nuove date

L’album ‘Lucifer II’ ha conquistato l’attenzione internazionale raggiungendo il numero 1 nelle classifiche svedesi dei vinili, il n. 12 nelle classifiche degli album svedesi e n. 40 in Germania. E il successo continua.

Nell’ottobre 2018, i Lucifer daranno il via al tour europeo, che prevede uno spettacolo televisivo dal vivo ospiti del leggendario Rockpalast the greatest rock tv show in the world!, una data in Belgio al Desertfest, all’olandese Into The Void Festival e molti altri.
Dorian Sorriaux, chitarrista dei Blues Pills e i Blood Of The Sun supporteranno i Lucifer in alcuni spettacoli. Unica data italiana in programma mercoledì 17 ottobre al Vinile di Bassano del Grappa con i Mothers Island

Lucifer ‘Lucifer II’, Century Media Records (2018)

Inoltre, la band è felice di annunciare che prenderà parte al Kiss Kruise VIII dal 31 ottobre al 5 novembre. Johanna Sadonis (voce) e Nicke Andersson (batteria) commentano: ‘La seconda venuta dei Lucifer è iniziata bene, abbiamo suonato in alcuni grandi festival quest’estate e il nostro nuovo album ‘Lucifer II’ è addirittura entrato nelle classifiche di un bel po’ di paesi. Chi ha detto che il rock and roll è morto? ‘’Lucifer II’ è stato registrato presso gli Honk Palace di Stoccolma, sotto la supervisione di Ola Ersfjord (Dead Lord, Tribulation, Primordial) che ha mixato il materiale ai Cuervo Recording Service di Madrid.

Ecco il calendario completo:

7.10 @Debaser, Stockholm, Sweden (w/ VOJD – Sweden and Dorian Sorriaux)
8.10 @Malfunction, Malmö, Sweden (w/ Dorian Sorriaux)
9.10 @Blackplastic Records, Dortmund, Germany (acoustic / DJ set – free entry)
10.10 @Harmonie, WDR Rockpalast Crossroads TV Show, Bonn, Germany (w/ Blood Of The Sun)
11.10 @Junkyard, Dortmund, Germany (w/ Dorian Sorriaux and Blood Of The Sun)
12.10 @Desertfest, Antwerp, Belgium
13.10 @The Dome, London, UK (w/ Blood Of The Sun)
14.10 @Gargarin, Athens, Greece
15.10 @Viper Room, Vienna, Austria
16.10 @PMK, Innsbruck, Austria
17.10 @Vinile, Bassano del Grappa, Italy
18.10 @Backstage, Munich, Germany (w/ Blood Of The Sun)
20.10 @Into the Void 2018, Leeuwarden, The Netherlands
21.10 @Cassiopeia, Berlin, Germany
22.10 @Hafenklang, Hamburg, Germany
31.10-05.11. @The KISS Kruise VIII, Miami, USA (sold out!)
17.11 @Helldorado Festival, Eindhoven, Netherlands
11.12 @Beta, Kopenhagen, Denmark
12.12 @Sticky Fingers, Gothenburg, Sweden
13.12 @Blå, Oslo, Norway
14.12 @Bankiren, Västeras, Sweden
15.12 @Bar Teatral, Karlstad, Sweden

LUCIFER hanno pubblicato il loro nuovo album, intitolato ‘Lucifer II’, il 6 luglio 2018 per Century Media Records. Il disco è il primo a vantare la nuova formazione che vede alla voce la bionda Johanna Sadonis, il chitarrista Robin Tidebrink e il sempre più multi-tasking Nicke Andersson alla batteria e al basso. Reclutati, invece, per le sessioni live Martin Nordin dei Dead Lord alla chitarra e Alexander Mayr al basso.

Heavy Psych Sounds: a Innsbruck il 15 e 16 novembre con Brant Bjork, Dead Meadow e altri

Si terrà a Innsbruck sulle Alpi austriache Heavy Psych Sounds Fest, il festival organizzato dall’omonima label romana in collaborazione con la Poison For Souls di Bolzano.

Due giorni, due location: si parte Giovedì 15 Novembre al p.m.k., club del centro storico, e si prosegue il giorno successivo Venerdì 16 Novembre all‘Hafen, un’ex segheria oggi convertita in un centro multi-eventi.

Cartellone ricco di nomi della scena internazionale, a partire dall’headliner ‘The Desert Boogieman’ Brant Bjork, padre dello stoner rock ed ex Kyuss, Fu Manchu e Vista Chino, il cui nuovo album ‘Mankind Woman’ esce il 14 settembre via Heavy Psych Sounds Records.

Brant Bjork ‘Mankind Woman’, Heavy Psych Sounds Records 2018

Insieme a lui ci saranno i polacchi Belzebong e i francesi Necromancers. E se a giocare in casa saranno i Mother’s Cake, prog rock trio nato a Innsbruck nel 2008, la scena italiana è ben rappresentata da Black Rainbows, alfieri dello stoner tricolore, dai Tonssludge band nata dalle ceneri di tre band della scena hc torinese e i Giöbiaacid rock da Milano.

Sonic Dawn

A completare la line-up dell’Heavy Psych Sounds Fest ci saranno i Dead Meadow, psych rock band di Washington since 1998 ed i Sonic Dawn da Copenhagen.

Evento Facebook:  Heavy Psych Sounds Fest 2018
Prevendita disponibile a 36,60€ su circuito Oeticket.com

YEAH: portare la musica indie nel Porto Vecchio di Trieste

Tra le novità  del cartellone di Trieste Estate, quest’anno ha fatto il suo debutto YEAH, rassegna di concerti che ha portato nel Porto Vecchio alcune tra le più interessanti band della scena indie internazionale. Abbiamo chiesto a Marco Valvassori, direttore artistico della manifestazione, di raccontarci com’è nata quest’iniziativa ed i suoi futuri sviluppi.

YEAH, che sta per Young European Artists Hub, è nato ufficialmente lo scorso marzo con il live del pianista e compositore sloveno Bowrain alla Casa della Musica di Trieste’, spiega Marco.

‘Il progetto unisce una serie di realtà già attive da anni nel campo dell’organizzazione di eventi musicali: Valva Booking & Promotion, Associazione Projec_TS e l’Associazione Musicale Jambo Gabri‘.

‘L’intento è quello di aprire la città alla miglior musica indipendente europea e fare da ponte con i vicini Balcani, senza distinzione di generi’, continua Marco. Quello che prediligiamo è la freschezza della proposta ed un approccio professionale alla musica. Per la scelta dei gruppi seguiamo attivamente i festival che si svolgono in giro per l’Europa, ce ne sono molti che si occupano di musica emergente, chiamati showcase festival, come ad esempio il MENT di Lubiana o il Waves di Vienna’.

‘Prima dei tre appuntamenti open air nel piazzale della Centrale Idrodinamica ce ne sono stati altri due nella sala conferenze del Magazzino 26, in Porto Vecchio. Ospiti in quelle occasioni la band croata post rock/shoegaze ŽEN e il duo electro/jazz /soul Technoir. Per i tre appuntamenti inseriti nel cartellone di Trieste Estate abbiamo proposto tre gruppi, di generi diversi, provenienti da Slovenia, Milano e Svizzera. Precisamente i Koala Voice, giovanissima band slovena che spazia tra sonorità indie ed il rock/pop anni ’70, con due dischi all’attivo e già più di cento concerti alle spalle -inclusi festival internazionali come Eurosonic, Liverpool Sound City, Wild Mint a Mosca e Tallinn Music Week- che a Trieste hanno presentato il loro nuovissimo album ‘Wolkenfabrik’.

La serata conclusiva di YEAH festival, (C) Claudia Bouvier Caldéron

‘Poi i Pashmak, il cui sound si muove tra elettronica, art-rock, indie e folk, cosparso da influenze eterogenee così come l’origine degli stessi componenti della band: c’è chi ha discendenze iraniane come
il cantante Damon Arabsolgar, chi statunitensi (Giuliano Pascoe), chi più semplicemente siciliane (Martin Nicastro) e lucane (Antonio Polidoro)’.

Gran finale con Peter Kernel, duo post punk dalla Svizzera che lo scorso 3 agosto ha chiuso in bellezza la rassegna. Le serate, tutte ad ingresso libero, hanno visto in apertura alcuni tra i gruppi locali più promettenti (J_A_N, Bill Lee Curtis ed Ask Her Out) ‘in linea con la nostra idea’, sottolinea Marco, ‘di scambio e crescita reciproca’.

Ma com’è stata la risposta da parte del pubblico? ‘Molto promettentecon un aumento esponenziale di serata in serata. Decisamente entusiasmante se si pensa che si tratta di un’area ancora tutta da scoprire e sfruttare, una dimostrazione ulteriore che la qualità e l’impegno pagano. ll Porto Vecchio’,aggiunge, ‘ha senz’altro delle potenzialità strabilianti, si potrebbe migliorare la connessione con il resto della città, forse con dei servizi navetta appositi’.

Quest’anno l’antico scalo triestino ha ospitato diversi spettacoli anche di danza e teatro: che qualcosa si stia finalmente muovendo? Il Porto Vecchio continuerà ad ospitare musica live?
‘Assolutamente sì, e sono sicuro succederà. Nel nostro piccolo faremo il possibile per continuare a portare la miglior musica indipendente da Europa e oltre’.

Rock Camp Trieste: gli orari di venerdì 13 e sabato 14 luglio

Sono stati annunciati gli ORARI delle prime due giornate della 3a Edizione del Rock Camp Summer Music Festival!

Evento che si svolgerà nel verde del Carso triestino, adiacente al Campo Sportivo di Trebiciano, dal 13 al 16 Luglio, ovvero nei giorni immediatamente precedenti al concerto degli Iron Maiden in Piazza Unità a Trieste. L’ingresso al Festival è gratuito

VENERDI 13 LUGLIO
14,00 14,40 Mr.NICE – COVER CLASSICI / TRIESTE
14,55 15,35 PAZ MANERA – PROG / TRIESTE
15,50 16,30 HEADLINER – THRASH METAL / TRIESTE
16,45 17,25 FILE NOT FOUND – ALTERNATIVE / ROMA
17,40 18,25 SHOTDOWN – EXPERIMENTAL / SLOVENIA
18,40 19,20 SCALA MERCALLI – H/M MARCHE
19,20 20,10 RAIN – HARD ROCK / BOLOGNA
20,25 21,10 KANSEIL – FOLK METAL / TREVISO
21,25 22,10 T.R.U.S.T. – COVER CLASSICI / TRIESTE
22,25 23,30 DANGERZONE – HARD ROCK / BOLOGNA

SABATO 14 LUGLIO
10,00 13.00 ROCK n DOGS La Festa più Rock del Mondo per i migliori amici dell’uomo [ maggiori informazioni https://meticcioinside.weebly.com/ ]

13,00 13,30 VENUSIA – GIRLIE HARD ROCK / TRIESTE
13,40 14,10 BIKINI STRIKE – HARD ROCK / GORIZIA
14,25 14,55 MHELA – ALTERNATIVE / VIAREGGIO
15,05 15,35 ERADIUS – STONER ROCK / VERONA
15,45 16,20 NECROFILIA – GROOVE METAL / SAN MARINO
16,35 17,10 HELLER SCHEIN – PROG METAL / BOLOGNA
17,20 18,00 DEAD AFTER WEEKEND – PUNK ROCK’N’ROLL / PADOVA
18,10 OXIDISED RAZOR/ GRIND DEATH METAL / MEXICO
19,00 SHIT FUCKIN SHIT GRIND DEATH METAL / TRIESTE
19,00 19,45 DOLOMHATE (ex Full Leather Jacket) – H/M / BELLUNO
20,00 20,45 ELBOW STRIKE – STONER / TRIESTE
21,00 21,45 THE CLAMPS – STONER PUNK / BERGAMO
22,00 22,50 SOUL SELLER – HARD ROCK / VERCELLI
23,05 23,55 ANIMAL DRIVE – HEAVY METAL / CROAZIA
00,10 01,00 HELL IN THE CLUB – HARD ROCK / ALESSANDRIA

Pietra Sonica #10: a Osoppo il 3 e 4 agosto con Ecstatic Vision, Mist e altri

Pietra Sonica Festival, uno dei palchi europei più famosi per la psichedelia stoner, il prossimo agosto compie 10 anni! Dopo aver ospitato bands da tutto il globo quali Color Haze, Rotor, Kadavar, Blaak Heat, Grandloom, Sungrazer, Sandelica, etc anche quest’anno la ‘2 giorni di sano rock’n’roll in mezzo al verde’ propone una line up imperdibile:

Venerdì 3 Agosto dalle ore 21
LLEROY (BO) Psycho-teppa arde-core
JEGULJA (SLO) Zigzaganti creature dai profondi abissi prog
ECSTATIC VISION (USA) (foto sotto) Lerci, luridi vagabondi dell’ universo fuzz
YAWNING MAN (USA) Sì! Proprio loro! Gli eroici fondatori del movimento desertico roccheggiante

Sabato 4 Agosto dalle ore 18
GRAVE (UD) Paludosi yankee dai riffs cocenti
FLUM (UD) Tutto il potere sciamanico del suono….
MIST(SLO) (foto sotto) Sacerdotesse cosmiche del sacro tempio black-doom
BLACK ELEPHANT (SV) Potentissimi hard rockers dai barriti acid-blues
MOTHERS ENGINE (D) Turbo-stoner ribelli truppe stellari
BEVIS FROND(UK) Leggende della magica psichedelia londinese nell’unico show italiano !!!

Il Festival offre campeggio gratuito con tanto spazio all’ombra, a pochi minuti dalle rive del Tagliamento e dei suoi affluenti; un’ampia area concerti al coperto, la mostra mercato di vinile usato e da collezione, un’area gioco per bambini, un “mercatino alternativo”, bar e cucina anche vegan a prezzi popolari.
Ingresso: 15€ al giorno o 25€ per entrambe le serate.
Per tutte le info e i tickets on line: www.pietrasonica.com

Old Roger’s Revenge: nuova line-up e nuove date

Ecco gli sludgers Old Roger’s Revenge nella loro nuova veste che vede Jolly Six (voce), Andrea Marchetti (chitarra), Sirio Palese (chitarra)Willer Hz (basso) e Christian Kross (batteria).

Annunciate anche nuove date live tra cui lunedì 16 giugno per il gran finale del Rock Camp, la quattro giorni di rock/metal che siterrà dal 13 al 16 luglio a Trebiciano sul Carso triestino.

Domenica 5 agosto gli Old Roger’s Revenge saranno invece al Summer Metal Fest di Lonca di Codroipo, in provincia di Udine insieme ai liguri Necrodeath, Hadal, Aganis, Metalhell e Gates of Doom.

Questo le prossime date in programma:

16.7 @ Rock Camp, Trebiciano (TS)
5.8 @ Summer Metal Fest @Lonca di Codroipo (UD)
15.9 tba @Sezana, SI

Animal Drive, Dino Jelusic: ‘Già al lavoro sul secondo album’

Ormai lanciatissimi nel firmamento delle superstar dell’hard rock internazionale, gli Animal Drive si sono formati nel 2012 a Zagabria sotto la spinta del frontman Dino Jelusic, classe 1992, talentuoso singer le cui doti canore hanno convinto anche Sua Maestà Jeff Scott Soto (Yngwie Malmsteen, Talisman, Journey) che, dopo averlo scoperto durante un tour con la Trans-Siberian Orchestra, ha deciso di proporre alcuni suoi brani alla Frontiers Music…il resto è già storia!

Abbiamo rivolto qualche domanda a Dino alla vigilia del concerto che li vedrà live sabato 14 luglio al Rock Camp di Trieste  -ingresso gratuito.

F: Ciao Dino! Intanto benvenuto su Freezine, come va?

DJ: Hey, ciao, qui tutto bene!

F: Manca poco al Rock Camp, come vi sentite?

DJ: Ci sono già stato due anni fa con la mia band dell’epoca, ci chiamavamo Dino & The Mad Dogs. E’ stato figo, quindi non vedo l’ora di tornare!

F: Due anni dove sono successe tante cose! Potresti cominciare raccontandoci qual è la ora la vostra attuale line up e come avete cominciato a fare musica assieme?

DJ: Ho conosciuto Keller nel 2010, ci trovavamo per provare in una cantina. Mai avrei pensato che in Croazia ci fosse qualcuno in grado di suonare la chitarra come lui…con personalità, insomma con le palle! Avevo sempre in mente di chiamarlo per suonare, ma poi io sono tornato con la mia band, lui con la sua, e in pratica ci incontravamo ai rispettivi concerti. Quando è arrivato il momento di rimpiazzare il chitarrista, l’ho chiamato. Da allora non se n’è più andato, e son passati tre anni.

‘Rok, il bassista, già suonava con noi saltuariamente’, continua Dino, ‘siamo andati d’accordo fin dall’inizio, quindi l’anno scorso è entrato ufficialmente nella band. Per me è uno dei migliori bassisti attualmente in circolazione, con un sacco di carisma e il sound giusto! Alla batteria ora c’è Zvone, che insieme a me è l’unico membro originale della band. Suonava con noi dal 2011 al 2014, poi si è dovuto trasferire e così al suo posto arrivò Adrian (Boric). Ma ora è tornato, e questo mi rende davvero felice perché ci capiamo che è una meraviglia, sia sul palco ma anche al di fuori!

F: Perché avete scelto di chiamarvi Animal Drive?

DJ: Abbiamo scelto questo nome perché si accordava con il nostro sound, con i nostri brani ma anche con la nostra presenza scenica. E’ semplice, diretto, ti entra in testa appena comincia il pezzo e le luci si illuminano e noi siamo pronti a diventare delle belve…! Insomma, era senza dubbio il nome adatto!

F: Il vostro disco d’esordio ‘BITE!’ ha riscosso molto entusiasmo, ci racconti come è nato?

DJ: Avevo così tanto materiale che non sapevo cosa farci, ma per fortuna l’avevo conservato ed è proprio così che è nato ‘BITE! Il tema del disco è la vita con tutti i suoi alti e bassi: le frustrazioni, l’amore, la rabbia, il sarcasmo (‘Devil Took My Beer Again’), un pizzico di poesia sci-fi in ‘Deliver me’…e così avanti.

Animal Drive ‘BITE!’, Frontiers Records (2017)

F: Quali sono gli artisti che vi hanno influenzato durante la composizione?

DJ: Tantissimi…tutti noi siamo cresciuti ascoltando rock old school e heavy metal! Ma ci piace anche spaziare, infatti spesso mescoliamo i pezzi più heavy con qualcosa dello stile di Jessie J, questo per farti capire fino a che punto di follia possiamo arrivare…. E poi ovviamente ti dico Whitesnake, Pantera, Alice in Chains, Nevermore, Gojira, Winger, Guns N’ Roses…insomma, anche troppi!

F: Hai cominciato a cantare a soli cinque anni, partecipando a tanti concorsi e vincendo premi importanti. Ma c’è un momento preciso in cui hai capito che il rock sarebbe stato la tua vita?

DJ: Sì, ascoltando mio padre suonare i pezzi degli AC/DC. Mi sono innamorato del rock ascoltando ‘Thunderstruck’…e poi tutta la musica di mio padre mi ha influenzato tantissimo (Dario Jelusic, musicista e manager della band, nda)

F: Sei cresciuto a Zagabria, com’è lì la situazione?

DJ: Non mi piaceva, almeno fino al momento in cui ho conosciuto la scena underground inglese…E’ stato allora che ho capito che in realtà la Croazia ha una scena rock/metal/punk davvero valida. Ed è anche molto seguita….certo, si può fare meglio, ma al momento la situazione non è male!

F: Com’è l’esperienza con la Frontiers?

DJ: Alla grande, gli sono grato per la fiducia che mi hanno dato e sono sicuro che anche loro sono contenti, per il disco e soprattutto per l’accoglienza che sta ricevendo. E siamo già al lavoro sul secondo album! 

F: Prossimi progetti?

DJ: Abbiamo un sacco di offerte, chiacchiere, opportunità ma al momento non c’è ancora nulla di definito…Comunque, ora questa band è sicuramente la nostra priorità!